News

Vittoria Assicurazioni, utile netto in lieve calo nel 2015

Vittoria Assicurazioni (Sede di Milano) (5)

Il gruppo assicurativo ha presentato nella giornata di ieri i risultati dell’esercizio 2015 e gli obiettivi per il 2016. La raccolta premi complessiva è stabile rispetto al 2014 (grazie al positivo andamento dei rami Danni), mentre l’utile netto di Gruppo ha registrato una flessione del 2,4% a 70,6 milioni di Euro (inferiore alle indicazioni di 76,7 milioni presentate a settembre 2015). Migliora il combined ratio, che scende di 1,6 p.p. a 89,1%. Il Cda proporrà la distribuzione di un dividendo pari a 0,20 Euro per azione (in aumento rispetto agli 0,19 Euro per azione del 2014). Per quanto riguarda l’esercizio in corso, il Gruppo si aspetta un lieve aumento dei volumi della raccolta (esclusivamente grazie ai rami Danni) ed un deciso rialzo dell’utile netto (+23,9% a 87,5 milioni)

Il CdA di Vittoria Assicurazioni (nella foto, la sede) ha esaminato nella giornata di ieri i risultati relativi all’esercizio 2015. Il Gruppo ha registrato un utile netto pari a 70,6 millioni di euro, in flessione del 2,4% rispetto ai 72,3 milioni dell’esercizio 2014 (ed inferiore alle indicazioni di 76,7 milioni presentate nello scorso mese di settembre). Il risultato dell’esercizio – segnala la compagnia – “risulta penalizzato dal ricalcolo della fiscalità anticipata e differita a seguito della recente riduzione dell’aliquota Ires dal 27,5% al 24%”. Senza l’effetto di questo ricalcolo, il risultato finale sarebbe stato infatti pari a 80,1 milioni, con un incremento del 10,8% rispetto a fine 2014. Il ROE (Return on Equity, indice di redditività del capitale proprio) è conseguentemente sceso al 13,1% dal 15% del precedente esercizio. Il CdA proporrà all’Assemblea un incremento del dividendo a 0,20 Euro per azione (0,19 Euro nel 2014).

Il risultato del segmento assicurativo è stato pari a 119,1 milioni, in decremento del 4,4% sul dato 2014 per effetto di minori proventi patrimoniali dei Rami Danni per 8,2 milioni. I Rami Auto ed Elementari hanno continuato ad apportare un risultato ampiamente positivo. Il leggero peggioramento del Ramo Rc Auto è stato compensato da un sensibile miglioramento dei Rami Elementari – che hanno beneficiato di una riduzione del rapporto sinistri / premi – grazie all’incremento dei premi (+3,8%) e alla minore incidenza dei danni da sinistri gravi. La situazione di crisi economica persiste invece nel condizionare negativamente il risultato dei Rami Credito e Cauzione, “per i quali si sta avviando un progressivo riequilibrio dell’andamento tecnico”.

I premi complessivi contabilizzati al 31 dicembre 2015 ammontano a 1,28 miliardi di Euro (contro gli 1,29 miliardi indicati in sede preliminare), praticamente stabili rispetto all’esercizio 2014. L’incremento del 3,5% nei volumi dei rami Danni è stato controbilanciato dal calo del 14,8% nei rami Vita, per effetto “della strategia di contenimento dei prodotti a premi unici rivalutabili collegati a gestioni separate”.

Il permanere della crisi del settore continua ad influenzare il segmento immobiliare, che registra una perdita netta di 12 milioni di Euro (in miglioramento rispetto alla perdita di 16,5 milioni del 2014). Il patrimonio netto di Gruppo è salito a 691,2 milioni (+12,5% rispetto ai 614,5 milioni al 31 dicembre 2014).

Per quanto riguarda la capogruppo Vittoria Assicurazioni, l’utile netto è sceso dell’11,6% a 66,3 milioni di Euro (sempre per effetto del ricalcolo fiscale collegato all’Ires, pari a 9 milioni). Il risultato è principalmente riconducibile all’apporto dei Rami Danni, che presentano una crescita del 21,1% del saldo tecnico (da 98,8 milioni a fine 2014 a 119,6 milioni al 31 dicembre 2015). In miglioramento sia il rapporto sinistri / premi che il combined ratio del lavoro conservato, scesi di 1,6 punti percentuali (a 63,9% e 89,1%) grazie “ad una prudente sottoscrizione dei rischi e di una particolare e costante attenzione nella razionalizzazione dei costi amministrativi e commerciali”.

La raccolta complessiva dell’esercizio registra un lieve incremento rispetto al 2014 (a conferma dei risultati presentati lo scorso 18 febbraio): i premi complessivi contabilizzati sono stati pari a 1,29 miliardi di Euro (+0,3%), con un incremento nei Rami Danni del 3,5% e un decremento nei Rami Vita del 12,9% per effetto della strategia di contenimento dei prodotti a premi unici rivalutabili collegati a gestioni separate.

Il CdA ha inoltre approvato gli obiettivi per l’esercizio in corso: raccolta premi a 1,31 miliardi di Euro (+1,7%), con previsioni diametralmente opposte per rami Danni (+6,1% a 1,13 miliardi) e rami Vita (-19,7% a 175,2 milioni), combined ratio e rapporto sinistri / premi in peggioramento (rispettivamente di 0,7 e 1,4 punti percentuali) ed un deciso rialzo dell’utile netto di Gruppo (+23,9% a 87,5 milioni)

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Il governo tedesco valuta di aprire le porte all’impiego degli eFuel

Il Ministro Lindner ha chiesto a Blume Vw “supporti argomentativi” L’IEA (Agenzia…
Leggi di più
News

Aviva va veloce

Il gruppo assicurativo inglese ha infatti registrato un utile operativo di 829 milioni di sterline…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Lokky, l’insurtech italiana per PMI e freelance ha avviato una campagna di equity crowdfunding per attrarre nuovi investitori

Tra gli investitori c’è anche il fondo Azimut Eltif – Venture Capital ALIcrowd II Il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.