Opinione della Settimana

Compagnie alleate dei tour operator

Assicurazione viaggi (5) Imc(di Federica Pezzatti – Plus24)

Intervista a Bruno Scaroni, Ad di Europ Assistance Italia

Dottor Scaroni lei è ai vertici di Europ Assistance ormai da quasi un anno e mezzo. Nel frattempo il rischio geopolitico sta stravolgendo il settore turistico. Com’è cambiata l’offerta?

A cominciare dall’attentato al museo del Bardo avvenuto un anno fa tutto il mondo dei tour operator si sta muovendo nella richiesta di soluzioni sempre più mirate a garantire sicurezza ai propri clienti da qui è nata la scelta di estendere la copertura dell’assistenza e rimborso spese mediche anche in caso di atti terroristici.

La flessione delle prenotazioni del settore viaggi si è riflessa anche sui vostri conti?

Direi di no. Nel 2015, nonostante la difficile congiuntura auto e viaggi siamo riusciti a ottenere un risultato operativo in miglioramento di oltre il 20%. La contrazione di mercato dovuta al rischio geopolitico non si è percepita in casa Europ Assistance anzi siamo cresciuti. Da un lato perché abbiamo incrementato l’attività B2B (con l’acquisizione di nuovi accordi anche con altri tour operator) dall’altro perché grazie alla crescita dei viaggi low cost i clienti sono diventati più sensibili verso garanzie che con un basso costo possono proteggere il loro investimento (vedi annullamento).

Il mercato ancora più importante nelle polizze viaggio è ancora quello degli Stati Uniti e del Canada. Il rafforzamento del dollaro ha richiesto un aumento dei premi?

Il cambio sfavorevole ci ha fatto registrare un incremento dei costi dell’assistenza ma per il momento questo ha avuto come conseguenza solo un’attenta analisi e monitoraggio dei costi e non un incremento dei premi per il cliente finale.

Europ Assistance è leader in Italia anche nel settore dell’assistenza stradale penalizzato dalla diminuzione delle immatricolazioni negli scorsi anni? Ora pare che il trend sia tornato positivo…

L’aumento delle immatricolato è sempre una buona notizia per il nostro settore. Inserire l’assistenza all’interno del pacchetto di vendita di auto nuove in particolare e spesso anche sull’usato, è oramai una consuetudine per le case automobilistiche che puntano molto sui servizi accessori per attirare la clientela in un mercato sempre più competitivo e diversificato. Devo però dire che in questi anni di crisi, dove le immatricolazioni sono scese e le richieste di interventi di assistenza in un parco auto sempre più vetusto sono aumentate (+13%), noi siamo riusciti a crescere grazie alla differenziazione dei servizi, qualità e capillarità della rete e acquisizione di nuovi business partner.

Quali sono i prossimi obiettivi del suo mandato?

Continuare a valorizzare il capitale umano della nostra azienda, rispondere ai cambiamenti nel settore dell’assistenza e alle possibilità create dalle nuove tecnologie. A conferma della maggiore spinta all’innovazione a livello di gruppo sono stati avviati numerosi cantieri come quello dell’assistenza agli anziani, alla Smart Home, agli sportivi (con prodotti ad hoc abbinati a sistemi di geolocalizzazione) e quello per il mercato automotive della Digital Road Side Assistance collegata al tema eCall. Con l’obiettivo di offrire ai clienti con una strategia multicanale la migliore soluzione di assistenza.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.