Opinione della Settimana

Polizze rivalutabili regine con il 3,6% lordo nel 2015

Performance - Rendimenti Imc

(di Federica Pezzatti – Plus24)

Arrivano i risultati dei prodotti di ramo I ma attenzione ai costi e alle prospettive future di rendimento atteso

In tempi di tassi di BoT scesi sotto zero e di BTp che sono sempre più avari, nonostante il rischio a cui espongono, le polizze rivalutabili, almeno sulla carta, rappresentano, al momento, uno dei migliori investimenti. Con un rendimento lordo medio 2015 stimato da Prometeia pari al 3,6% (in sostanziale tenuta rispetto al 2014) si stanno rivelando strumenti in grado di coniugare sicurezza (con la garanzia del capitale al netto dei costi) e rendimento. A ciò va poi aggiunto che non pagano il bollo sugli investimenti che invece colpisce tutti gli altri strumenti (polizze finanziarie comprese).

I risultati ottenuti lo scorso anno sono da poco stati pubblicati dalle compagnie e, come si può notare dalla tabella sottostante, ci sono state gestioni separate che hanno superato anche il 4% al lordo di quanto trattenuto dall’impresa. È il caso del Fondo valuta Reale di Reale Group ma anche del fondo Pramerica, di Gesav Global che, insieme a Rendigen e al Fondo San Giorgio, fa parte della galassia Generali. Ci sono anche fondi del cosiddetto pianeta bancassurance come il fondo CresciSolido di Intesa Sanpaolo Vita che ha realizzato il 4,02%. Tra i fanalini di coda invece alcune gestioni più giovani che si sono fermate in zona 2% (che significa quasi zero considerati gli oneri contrattuali). Si tratta, è bene ricordalo, infatti di rendimenti lordi che vengono retrocessi solo in parte agli assicurati, dopo una trattenuta che può andare dall’1% fino all’1,8%. Quindi mediamente il 3,6% scende in area 2%. Poi se si mettono in conto i costi di ingresso e gli eventuali costi di riscatto richiesti per le uscite anticipate il vantaggio quasi si annulla. Quindi bisogna saper scegliere.

Gestioni separate - Rendimenti 2015 (Plus24 09.04.2016) Imc

Ma iniziamo dal panel illustrato nella tabella realizzata da Miv Plus (servizio di Prometeia che analizza 37 compagnie pari al 92% dei premi Vita): poiché via via le gestioni separate hanno chiuso la possibilità di accesso a nuovi contratti sottoscritti di recente, per non diluire eccessivamente il patrimonio investito su bond con cedole ancora molto interessanti proprietà degli assicurati di lungo corso, nella tabella sono stati indicate solo quelle gestioni che consultando i siti istituzionali delle compagnie risultano ancora in commercio. Chiaramente l’attuale contesto di mercato impone cambiamenti di strategia spesso veloci che e non sempre sono noti e potrebbero dunque esserci gestioni ormai off limits, o gestioni che aprono la commercializzazione sono per plafond limitati.

Da un po’ di tempo tra l’altro sottoscrivere una polizza rivalutabile di Ramo I con un premio ingente (sopra i 50 o i 100mila euro) è diventato abbastanza difficile. Poiché hanno fatto rotta su questa classe di attivi anche molti grandi investitori, alla ricerca di un parcheggio sicuro, le compagnie sono sempre più restie ad acquisire nuovi contratti legati esclusivamente sulle gestioni separate, anche perché si tratta di prodotti molto onerosi in tempi di Solvency II e che rischiano, in caso di un cambio repentino dei prezzi dei titoli di Stato, di mettere in difficoltà le compagnie che sono garanti del capitale investito. Lo stesso dicasi in caso di uscite in massa a fini speculativi se i rendimenti dovessero ritornare a salire.

Quindi chi ha tanti denari da investire non è detto che bussando alla porta delle assicurazioni trovi qualcuno ad aprire con in mano un contratto di Ramo I. Più facile invece che venga proposto un prodotto multiramo o ibrido che coniugano ramo I e ramo III (linked) con una parte di capitale esposto ai rischi dei mercati.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.