Opinione della Settimana

Bper diventa Spa e guarda a Unipol

Alessandro Vandelli Imc(Fonte: la Repubblica)

Via libera al cambio di statuto. L’AD Vandelli apre all’ingresso dell’assicuratore

E’ stata l’ultima assemblea da popolare della Bper. Ma i vertici dell’istituto emiliano, che ieri (sabato 16 aprile, ndIMC) ha riunito oltre mille tra piccoli soci e grandi fondi che rappresentano il 45% del capitale, pensano già al futuro, dove si profilano nuovi accordi con la conterranea Unipol. «Sulla riforma delle popolari non sono ottimista, ma non si tornerà indietro – ha detto l’amministratore delegato Alessandro Vandelli (nella foto), durante l’assemblea dei soci che si è svolta a Modena – ma ora bisogna guardare avanti: dobbiamo essere capaci di cogliere le opportunità che ogni cambiamento comporta». L’assemblea è stata convocata – in sede ordinaria – per approvare con il voto capitario il bilancio, (chiuso con profitti in aumento a 162 milioni e la nomina di 5 amministratori). Mentre in sede straordinaria per confermare le modifiche allo statuto – imposti dal governo – propedeutiche alla trasformazione in società per azioni. Per cui dovrà essere convocata una nuova assemblea in autunno.

«Il nostro utile 2015 è un risultato in crescita e molto più simile a quello degli anni passati – ha commentato Vandelli – e soprattutto, ben lontano da quello del 2014 chiuso con 15 milioni di profitti, a causa soprattutto di accantonamenti di natura straordinaria. Negli ultimi 7 anni, Bper è stata al vertice tra i gruppi bancari sul fronte degli utili». E pur essendo una delle banche popolari sane, anche la Bper prima di trasformarsi in spa, dovrà pensare a crescere anche per linee esterne. «Sappiamo che la crescita dimensionale è importante per affrontare il mercato futuro e in quest’ottica siamo pronti a ragionare con chi ci vorrà parlare – ha precisato Vandelli –. Ma non faremo scelte azzardate e rischiose per i soci: se troveremo opportunità serie le realizzeremo, altrimenti andremo avanti da soli». L’istituto modenese – che il prossimo anno celebrerà i 150 anni dalla nascita – ha fatto sapere di voler valutare anche piccole operazioni come l’acquisto di Carife, una delle 4 banche commissariate dal governo. «L’idea di un nostro interesse per l’istituto ferrarese – ha precisato Vandelli – nasce da una certa continuità territoriale. Ma la procedura va per le lunghe e non abbiamo informazioni complete, per cui attendiamo numeri e dati per decidere».

E a chi chiedeva di un possibile interesse di Unipol, che parrebbe intenzionata a rilevare una partecipazione nell’istituto, Vandelli ha risposto: «Unipol e Bper rappresentano due delle istituzioni finanziarie più significative dell’Emilia Romagna. Con Unipol siamo già soci da oltre sette anni nel settore assicurativo tramite Arca Vita, per cui noi siamo pronti a fare qualche riflessione».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.