Opinione della Settimana

Dati aggiornati per i fondi pensione chiusi negoziali

Analisi - Investimenti (2) Imc

(di Gianfranco Ursino – Plus24)

Nell’analizzare i dati conseguiti nel primo trimestre del 2016 dai fondi chiusi negoziali che garantiscono la previdenza complementare a circa 2,5 milioni di italiani (oltre un milione di lavoratori aderiscono invece ai fondi pensione aperti) emergono tanti segni meno soprattutto per le linee bilanciate e azionarie, che in media hanno registrato rispettivamente -0,61 e -1,75%. Nello stesso arco temporale il rendimento lordo del Tfr è stato pari a +0,37% (+0,33% netto). In negativo sempre nei primi tre mesi spiccano le performance della linea dinamica di Mediafond (-3,51%) e della linea 4 di FondAereo prevalentemente investita in azioni (-3,07%). il segno più tra i comparti azionari è evidenziato solo per la linea Dinamico di Byblos, fondo di previdenza complementare per i lavoratori dipendenti delle aziende grafiche, che archivia il trimestre con un “lusinghiero” +0,1%.

I segni meno campeggiano anche su diverse linee garantite dei vari fondi, anche se in teoria nel lungo periodo questi comparti dovrebbero “assicurare” rendimenti superiori a quelli del Tfr. In positivo si distingue ancora la linea garantita di un altro comparto del fondo Byblos che mette a segno da gennaio a fine marzo di quest’anno un +1,57%.

Ma anche su diverse linee prudenti-obbligazionarie va registrata una generalizzata debacle. Per i gestori non è facile muoversi sui mercati, anche se la volatilità per loro dovrebbe rappresentare un’opportunità. Per esempio in questi primi mesi del 2016 Piazza Affari fino all’11 febbraio ha accusato un ribasso di 30 punti percentuali. Dopodiché è rimbalzata vigorosamente riducendo il passivo all’11%. Nel bel mezzo c’è stato però spazio per un’altra altalena. Il quadro grafico che ne emerge è una significativa “W”.

Nel medio lungo periodo, a 3-5 anni, c’è invece una generalizzata over performance delle diverse linee rispetto al rendimento lordo annuo del 4,7% e dell’11,7% del trattamento di fine rapporto rispettivamente a 3 e 5 anni. Per i fondi pensione è importante guardare oltre la finestra del breve periodo e allungare lo sguardo su più lunghi orizzonti.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.