Opinione della Settimana

Previdenza, le Casse che “restituiscono” i guadagni

Cassa ragionieri Imc

(di Vitaliano D’Angerio – Plus24)

Agrotecnici i primi, poi gli psicologi. Per aumentare il montante degli iscritti con guadagni da investimenti

Si possono incrementare le pensioni dei singoli iscritti? Sì, si può. I primi sono stati gli agrotecnici (Enpaia) sfidando la burocrazia del ministero del Lavoro: la piccola Cassa (1.800 iscritti per un patrimonio di 100 milioni) aveva chiesto di riversare sul montante contributivo di ciascun iscritto parte dei guadagni da investimento. Niente da fare: nel 2011 il ministero aveva detto no. Da qui il ricorso al Tar e poi al Consiglio di Stato che ha dato ragione agli agrotecnici. «Dal 2011 abbiamo comunque aumentato il montante contributivo degli iscritti nonostante il no del ministero – ricorda Roberto Orlandi, presidente rieletto da una settimana dell’Ordine nazionale degli Agrotecnici –. Ogni anno aggiungiamo una percentuale di almeno l’1,5% alla rivalutazione dei montanti contributivi così come calcolata da Istat che si basa sulla serie storica del Pil degli ultimi 5 anni». Che per il 2015 è stato dello 0,50%; quindi è aumentato del 2% il montante degli agrotecnici. «Certo. Quando hai messo in sicurezza i conti come prevede la legge, perché non restituire agli iscritti parte dei rendimenti guadagnati? L’1,5% è la medesima percentuale che si legge nella busta arancione – aggiunge Orlandi –. Per Inps quella però è la previsione più ottimistica. Per noi è l’indicazione minima. Nel 2011 abbiamo riversato il 2,4% oltre a quanto calcolato dall’Istat».

Tre volte in più

Gli agrotecnici stimano che, nell’ipotesi di un montante di 100mila euro al primo gennaio 2011, cinque anni dopo quei 100mila euro si sono rivalutati di 8.925 euro grazie alle “restituzioni”; per il professionista iscritto in una diversa Cassa di previdenza, che restituisce solo quanto previsto da Istat, la rivalutazione è stata di appena 3.458 euro. La pensione dell’agrotecnico è dunque aumentata di tre volte.

Psicologi

La sentenza Enpaia 3859/2014 ha fatto scuola. Così anche Enpap (psicologi) ha deciso di modificare il regolamento e restituire al montante contributivo diciascun iscritto parte dei rendimenti incassati. «Il percorso è stato proprio questo – conferma il vicepresidente di Enpap, Federico Zanon. L’obiettivo è di versare sul montante contributivo di ciascun iscritto una parte dei guadagni che arrivano dagli investimenti. Ovviamente prima bisogna coprire le riserve per garantire la sostenibilità a 5o anni come prevede la legge. Quello che resta va agli iscritti». Quest’anno, allo 0,50% previsto per legge, Enpap ha aggiunto il 2,46% toccando quindi il 3% in più nel montante contributivo. Nella tabella qui sotto un esempio: al montante di 300mila euro vanno aggiunti ben 8.9oo euro contro gli appena 1.500 previsti da Istat sulla serie storica del Pil negli ultimi 5 anni. Enpap però non ha una soglia minima come gli agro-tecnici: la Cassa psicologi si impegna a versare, come minimo, soltanto quanto calcolato da Istat.

Enpap - Rivalutazione (Plus24 07.05.2016) Imc

Periti industriali

I periti industriali (Eppi) hanno seguito un’altra strada: «Abbiamo aumentato dal 2 al 4% il contributo integrativo. Nel 2015 salirà al 5% – ricorda Valerio Bignami, presidente Eppi –. Tale contributo viene poi riversato per intero sul montante contributivo del singolo iscritto. E bisogna tener conto che tale percentuale va calcolata sull’imponibile». Anche Eppi si è attivata, poi, per seguire la strada degli agrotecnici. Nell’attesa che pure le altre Casse si muovano in tale direzione.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.