Opinione della Settimana

L’orgoglio delle assicurazioni, un libro per smentire Woody Allen

Fata Assicurazioni - Locandina storica Imc

(di Maurizio Bonassina – Corriere della Sera)

La monografia curata da Ennio De Simone per la Fondazione Mansutti (Silvana Editrice)

«Ci sono cose peggiori della morte. Se hai passato una sera con un assicuratore, sai esattamente di cosa parlo». Punti di vista: l’aforisma di Woody Allen ha fatto epoca ma ci sono libri che, sull’argomento, sconfessano questa cupa immagine. L’affascinante storia dell’assicurazione. Manifesti, libri, targhe, testo curato da Ennio De Simone e realizzato dalla Fondazione Mansutti (istituzione che valorizza il patrimonio culturale di settore), mantiene la promessa del titolo (“L’affascinante storia dell’assicurazione. Manifesti, libri, targhe, polizze”, Silvana Editoriale, pag. 167 – ndIMC).

Seduce la storia e seducono le immagini: è un percorso che parte dall’antica Grecia, dove si riscontrano già forme di mutua assistenza tra sodali (si pagavano le spese funerarie ma anche la dote a favore di una figlia), porta alla Roma imperiale con i collegia tenuiorum (associazioni di poveri che assistevano la vedova e i figli) e i collegia militum (associazioni di soldati che davano soccorso economico ai militari e alle famiglie in caso di spese impreviste, trasferimento o morte) fino a concretizzarsi, agli inizi del Trecento, in contratti veri e propri simili alle nostre attuali polizze.

Questi «accordi» diventano d’uso corrente per garantire il trasporto merci con le navi; nascono quindi sul mare e nascono proprio in Italia. Tempeste, attacchi dei pirati, confische dei sovrani, rendono insicuri i viaggi mercantili. Il carico, se arriva a destinazione, è una benedizione. Ecco allora il «premio»: una quota (circa il 25%) che il capitano della nave lascia nelle mani del mercante a garanzia del buon esito del viaggio. Compare così la prima assicurazione (che si allea con i banchieri e i notai del Medioevo) e da lì il concetto si sviluppa. Quasi una scommessa: la ripartizione del rischio mette assieme chi ha quattro soldi da investire e da rischiare, a garanzia di un viaggio tra i fortunali.

A Firenze si utilizzavano i «tocchi di sicurtà»: gli agenti al tempo erano sensali e si cominciò anche a fare a meno del notaio. I contratti diventano più semplici; l’assicurazione, per come la intendiamo oggi, era alle porte. Il primato poi spetta a Londra (dal 1575) con polizze standard e i broker che forniscono garanzie supplementari. È un mondo, quello delle assicurazioni, in grande sviluppo: incendio, grandine, furto sono garanzie imprescindibili. Poi tutto va a velocità raddoppiata: ci sono i Lloyd’s di Londra (che diventano assicuratori globali) e la scienza assicurativa che si fonda su matematica e statistica. Ma c’è anche l’arte. Dopo i bandi e i proclami, le Compagnie di assicurazione chiamano gli artisti e i grafici per la pubblicità. Ci sono tavole, che reclamizzano l’assicurazione contro la grandine, degne dei musei: non a caso la firma per la Riunione Adriatica di Sicurtà è di Marcello Dudovich (1934) e di Gino Boccasile (1950).

Ma si possono ammirare anche opere pittoriche che raccontano di almanacchi e ci sono pagine da «ricorrenza» storica. Tra le tante immagini, ben presentate nel libro, un Osvaldo Ballerio del 1934 per la Toro Assicurazioni e un Metlicovitz del 1920 per la Milano Assicurazioni. Tutte opere, beninteso, da mettere in cassaforte…


(nella immagine in apertura: particolare di una locandina storica Fata Assicurazioni per la campagna Assicurazioni Grandine)

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.