Opinione della Settimana

Minali: «Così cambia la struttura organizzativa di Generali»

Alberto Minali (Foto Francesca Gasperi - Wideangle) Imc

(di Marigia Mangano – Il Sole 24 Ore)

Il direttore generale presenta la task force per costi e sviluppo di business. La strategia punta a migliorare l’efficienza delle leve di creazione di valore e a focalizzarsi sulla gestione assicurativa

«La struttura deve seguire la strategia». È questa, spiega il direttore generale di Generali, Alberto Minali (nella foto, di Francesca Gasperi – Wideangle), la regola chiave attorno alla quale ha lavorato insieme al Ceo della compagnia, Philippe Donnet per rivedere l’assetto organizzativo delle Generali.

Un gruppo che in passato, «è stato troppo decentralizzato», quasi una federazione di società indipendenti, e che ora punta ad avere una holding con funzioni di supporto e di coordinamento alle compagnie locali, dando una maggiore responsabilità ai country manager.

In linea con questo principio di base, è stata introdotta una nuova struttura organizzativa che permette di definire meglio i rapporti dell’Head office rispetto al resto del gruppo. In particolare il contributo della Direzione generale si fonda su due pilastri: migliorare l’efficienza attraverso un attento controllo e un’efficace gestione delle leve di creazione di valore, dai costi al capitale e alla liquidità; focalizzarsi sulla gestione assicurativa. Al direttore generale Alberto Minali sono state date ampie deleghe con una struttura articolata con funzioni di indirizzo e supporto alle compagnie. L’area del Chief insurance officer, sotto Valter Trevisani, rappresenta «il perno per la parte tecnica»; la parte operations, invece, è stata assorbita dal Chief information e digital officer guidata da Bruce Hodges, che si occupa delle soluzioni tecnologiche. C’è poi il Marketing e customer officer, guidata da Isabelle Conner, la Group strategy e business development guidata da Gian Paolo Meloncelli e la parte finance, invece, è stata ripartita tra la divisione guidata da Enrico Mattioli, Strategic planning, control e integrated reporting, dove centrale è il monitoraggio dei costi, e il Corporate finance di Luigi Lubelli che si occupa più di gestione delle operazioni sul mercato.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.