News

UNIQA, risultati in linea con le attese nel primo semestre 2016

Uniqa Tower - Vienna Imc

Indicatori in calo, ma in linea con le aspettative, per il gruppo assicurativo austriaco: i premi contabilizzati sono scesi del 7,7% a 3,28 miliardi di Euro a seguito della riduzione proattiva dei premi unici nei rami Vita. Il programma strategico di investimenti ed il complesso contesto macroeconomico hanno pesato sull’utile ante imposte (-44,3% a 106,2 milioni) e sull’utile netto consolidato (-42,2% a 90,3 milioni). In marginale miglioramento (-0,2 p.p. a 96,9%) il combined ratio

Indicatori in calo – ma in linea con le aspettative societarie – per il gruppo assicurativo austriaco UNIQA (nella foto, il quartier generale di Vienna), che questa mattina ha presentato i risultati relativi al primo semestre 2016. Il programma strategico di investimenti implementato ad inizio gennaio ed il complesso contesto macroeconomico hanno pesato sull’utile ante imposte (-44,3% a 106,2 milioni di Euro) e sull’utile netto consolidato (-42,2% a 90,3 milioni).

Anche i premi contabilizzati hanno mostrato una flessione (-7,7% a 3,28 miliardi di Euro), soprattutto a seguito della pianificata riduzione nel collocamento di soluzioni Vita a premio unico (-36,2% a 547,5 milioni). Il comparto ha chiuso con una raccolta complessiva in calo del 19,8% a 1,3 miliardi, mentre sono risultati positivi i volumi del segmento Danni (+1,9% a 1,45 miliardi) e del segmento Salute (+3,5% a 523,3 milioni).

Rispetto alla semestrale 2015, i costi operativi di Gruppo sono rimasti praticamente stabili (da 685,2 a 684,6 milioni di Euro), mentre sono diminuiti del 2,9% (a 475,6 milioni) i costi di acquisizione. Gli altri costi operativi (spese amministrative) sono aumentati del 7,1% a 209 milioni a seguito degli investimenti di competenza dell’esercizio 2016 relativi al citato programma di investimenti. Il rapporto costi di Gruppo è salito di quasi due punti percentuali al 22,5%, ma il combined ratio ha mostrato un marginale miglioramento (-0,2 p.p. a 96,9%), favorito dal calo del rapporto sinistri / premi.

“I risultati dei primi sei mesi ci ha messo sostanzialmente sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi prefissati per l’intero esercizio 2016 – ha commentato il CEO di UNIQA, Andreas Brandstetter. Il calo dell’utile ante imposte, che avevamo già preventivato ad inizio anno, è una diretta conseguenza del perdurante contesto di bassi tassi di interesse che mantiene sotto pressione i ritorni dagli investimenti (-25,6% a 301,5 milioni – ndIMC). Segnali incoraggianti sono tuttavia giunti dal rallentamento della flessione complessiva rispetto al primo trimestre, dalla riduzione del combined ratio e dal mantenimento della stabilità dei costi nonostante il programmato avvio del programma strategico di investimenti in innovazione”.

Per quanto riguarda le prospettive di sviluppo nella seconda metà dell’anno, Brandstetter ha segnalato come UNIQA si stia concentrando sul proprio core business per rispondere allo scenario dei bassi tassi di interesse. Il CEO del gruppo assicurativo austriaco ha inoltre confermato di attendersi un utile ante imposte inferiore del 50% rispetto ai livelli dell’esercizio 2015, visto che il volume degli investimenti programmati sarà ulteriormente ampliato rispetto al primo semestre ed in considerazione del complesso contesto macroeconomico.

Intermedia Channel


UNIQA – Presentazione risultati al primo semestre 2016 (in inglese)

Articoli correlati
In EvidenzaNews

Banche e assicurazioni italiane virtuose nel rapporto digitale con i clienti

L’80% delle banche e delle assicurazioni italiane afferma di essere in grado di riconoscere i…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Polizza a tutela degli acquirenti di immobili: un provvedimento atteso da 17 anni

Grande partecipazione al convegno “Decreto 154/22, nuova polizza di assicurazione per il mondo…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

I paradossi di Solvency II: Esopo ed il lapse risk degli assicuratori

Riccardo Sabbatini Come se la caverebbe il povero Esopo alle prese con Solvency II? Nella favola…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.