News

Insurance Europe, nel 2015 gli investimenti del settore sono saliti a 9.800 miliardi di Euro

Insurance Europe HiRes (2)Secondo quanto riporta il Key Facts annuale dell’associazione europea delle compagnie assicurative e riassicurative, il volume degli investimenti è salito dell’1,7% rispetto al 2014. Crescono del 2% a 976 miliardi anche gli importi liquidati agli assicurati in sinistri ed altre prestazioni

Secondo i dati pubblicati nella giornata di oggi nel Key Facts annuale di Insurance Europe (l’associazione europea delle compagnie assicurative e riassicurative), nel 2015 gli investimenti del settore assicurativo europeo sono saliti a quota 9.800 miliardi di Euro, l’1,7% in più rispetto al 2014.

Le compagnie continuano però a riservare critiche al regime di Solvency II entrato in vigore il 1° gennaio scorso; nella visione dei legislatori, Solvency II dovrebbe teoricamente garantire al settore una maggiore libertà nell’investire in modo ottimale il proprio patrimonio a garanzia degli assicurati. Secondo Insurance Europe, che non giudica negativamente la filosofia alla base della nuova regolamentazione, ci sono però criticità derivanti dalle misure basate sul rischio, che non riescono ancora a considerare adeguatamente la natura degli investimenti a lungo termine da parte delle compagnie, sovrastimando potenzialmente sia i rischi stessi che i requisiti patrimoniali.

Questo aspetto, evidenzia l’associazione, impatta inutilmente sui costi che le compagnie sostengono per investire in modo ottimale a garanzia dei propri clienti e può inoltre compromettere la capacità del settore nel fornire stabilità ed investimenti a lungo termine all’economia del Vecchio continente.

“Solvency II è già un regime molto prudenziale – ha commentato Michaela Koller, direttore generale di Insurance Europe –. Le recenti consultazioni per renderlo ancora più restrittivo con la modifica dell’ultimate forward rate (uno dei parametri per il calcolo della curva dei tassi risk-free, necessaria per il calcolo del valore attuale delle riserve tecniche -ndIMC), andrebbero a limitare seriamente la capacità delle compagnie di mantenere il proprio ruolo di maggiori investitori istituzionali a lungo termine in Europa. I legislatori dovrebbero invece effettuare un monitoraggio a breve/medio termine del regime attuale di Solvency II, per garantire che i requisiti di capitale corrispondano effettivamente ai rischi che le compagnie devono affrontare ed in modo che queste possano continuare a effettuare importanti investimenti a lungo termine nella nostra economia continentale”.

Tornando alle indicazioni del Key Facts annuale di Insurance Europe, nel 2015 gli importi liquidati agli assicurati in sinistri ed altre prestazioni sono cresciuti del 2% a 976 miliardi di Euro. Per quanto riguarda il dettaglio delle liquidazioni, le prestazioni erogate nei rami Vita sono salite dell’1,7% a 649 miliardi, gli importi corrisposti per sinistri ed altre prestazioni relative ai rami Danni si sono incrementate del 2,3% a 222 miliardi e sono aumentate anche le somme liquidate nel comparto Salute (+4,3% a 101 miliardi).

I premi lordi contabilizzati complessivi hanno segnato un rialzo dell’1,3% a 1.200 miliardi di Euro, con andamenti positivi per tutti i comparti: +1,2% a 730 miliardi per il Vita, +1,1% a 343 miliardi per i Danni e +1,5% a 124 miliardi per il segmento Salute. E’ conseguentemente positiva anche la tendenza sulla spesa media assicurativa pro capite, passata dai 1.993 Euro del 2014 ai 2.010 Euro del 2015 (1.223 Euro nel Vita, 574 Euro nei Danni e 207 nel comparto Salute). Scende invece di 0,2 punti percentuali al 7,4% la penetrazione assicurativa, intesa come volume dei premi lordi contabilizzati in percentuale del PIL europeo.

Intermedia Channel


European Insurance – Key Facts – August 2016 (in inglese)

Articoli correlati
EsteroNews

Il governo tedesco valuta di aprire le porte all’impiego degli eFuel

Il Ministro Lindner ha chiesto a Blume Vw “supporti argomentativi” L’IEA (Agenzia…
Leggi di più
News

Aviva va veloce

Il gruppo assicurativo inglese ha infatti registrato un utile operativo di 829 milioni di sterline…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Lokky, l’insurtech italiana per PMI e freelance ha avviato una campagna di equity crowdfunding per attrarre nuovi investitori

Tra gli investitori c’è anche il fondo Azimut Eltif – Venture Capital ALIcrowd II Il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.