Opinione della Settimana

Veneto: Le polizze anti sismiche? Da 2 a 4 euro al metro quadro ma non tutti le accettano

Assicurazione terremoto

(Fonte: Corriere del Veneto)

Decisivo «l’indice di rischio»

Come ci si difende dal terremoto? Con la prevenzione, per evitare di rimanerci sotto. Con l’assicurazione, per cercare di tamponare i danni. L’opportunità di una polizza anti-sisma comincia a farsi largo anche in Veneto, dove peraltro già da qualche tempo è in corso il dibattito sulla necessità di una copertura assicurativa contro le calamità.

Durante l’estate il governatore Luca Zaia aveva annunciato lo studio di un fondo mutualistico veneto, una sorta di «cassa peota» delle sciagure, con cui rimpiazzare l’idea di una polizza assicurativa regionale contro gli eventi catastrofali, ipotesi ritenuta insostenibile dai broker interpellati dalla Regione, in quanto il parterre non sarebbe proporzionato al premio. Ma se quello era un ragionamento che valeva per il Veneto nel suo complesso, è chiaro che singolarmente ogni caso fa storia a sé, motivo per cui il mercato assicurativo si è aperto anche a questo genere di coperture antirisk.

Preliminarmente va detto che si tratta di una forma di assicurazione volontaria che, tramite il versamento di una quota annua, in caso di evento avverso permette di ottenere un risarcimento pari al valore dei danni subiti, entro un tetto massimo stabilito. Va da sé che il costo del premio è proporzionale al grado di rischio dell’area in cui è situato l’immobile: più alta è la probabilità che si verifichi un sisma, più salato è il conto per il cliente. Poiché dunque la polizza è a valore, cioè legata a variabili come appunto la localizzazione, la metratura, la tipologia e l’indice catastale dell’immobile, è importante prestare attenzione al massimale entro cui la compagnia assicuratrice rimborsa i danni; potrebbe infatti non essere sufficiente ristrutturare la casa, ma rendersi necessaria la sua ricostruzione se non addirittura un nuovo acquisto, nei casi più estremi di perdita totale del bene.

Le diverse offerte commerciali prevedono assicurazioni del solo stabile, ma anche del suo contenuto e pure dei suoi occupanti. Le proposte che abbiamo messo a confronto, calcolate al metro quadro, si aggirano mediamente intorno a 2,50 euro per le zone a basso rischio, 3 euro per quelle a medio rischio e 4 euro per quelle ad elevato rischio, motivo per cui il costo per la copertura di un’abitazione di 100 metri quadrati può oscillare fra 250 e 400 euro l’anno a seconda del suo posizionamento. Gli importi possono poi variare se nel pacchetto vengono inseriti pure furti, rapine o incendi, avvenuti magari proprio dopo una calamità, come capita ad esempio con gli episodi di sciacallaggio.

Uno sguardo certamente non esaustivo ad alcune delle principali compagnie comprende i servizi più vari. C’è chi garantisce il sostegno economico alla demolizione e allo sgombero della casa terremotata e al temporaneo trasloco in un alloggio alternativo, chi promette un capitale di cui beneficare nel caso di un grave infortunio riportato in occasione della scossa. Pressoché tutte le assicurazioni invitano gli aspiranti clienti a visionare la mappa del rischio sismico (da 1 a 4), prima di decidere se sottoscrivere o meno il contratto, in modo da valutarne subito l’entità. Il fattore tempo è decisivo, dal momento che in alcuni casi il numero di polizze è limitato: «Calcola e salva subito il tuo preventivo per un’assicurazione terremoto prima che la disponibilità nella tua zona si esaurisca», raccomanda un’offerta.

Questo dunque è il fronte dell’assicurazione. Dopodiché c’è quello della prevenzione, che per la Regione resta fondamentale. «Firmeremo una convenzione con i Vigili del fuoco e la Protezione civile — annuncia l’assessore Gianpaolo Bottacinper incrementare la cultura della sicurezza nelle scuole. Com’è stato fatto con la raccolta dei rifiuti, tant’è vero che oggi sono i bambini ad insegnare agli adulti come si differenziano, così bisogna agire anche con il terremoto. Per questo estenderemo al resto del Veneto le esercitazioni che già promuoviamo nei plessi di Venezia e Treviso».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.