News

SACE, SIMEST e Cattolica Assicurazioni insieme per le aziende vinicole italiane

Vino (2) Imc

In occasione di Wine2Wine, forum di due giorni sul business del vino in corso a Verona, SACE e SIMEST (Gruppo Cassa depositi e prestiti) hanno presentato insieme a Cattolica Assicurazioni un’iniziativa congiunta per supportare la crescita e la competitività internazionale delle aziende vinicole italiane.

Le tre realtà – si legge in una nota – hanno sviluppato un pacchetto di strumenti per facilitare l’accesso ai finanziamenti e supportare le aziende vinicole lungo l’intero ciclo di attività, dalla vendemmia alla commercializzazione del vino:

  • Con SACE e SIMEST, oggi unite nel Polo italiano per l’export e l’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, “le aziende vinicole possono non solo assicurare il proprio fatturato dai rischi di mancato pagamento, ma anche accedere più facilmente a finanziamenti per sostenere le esigenze di capitale circolante e investimenti in internazionalizzazione (es. partecipazione a fiere, studi di fattibilità, penetrazione commerciale)”.
  • Grazie a Cattolica, invece, “le aziende possono coprire il proprio magazzino sia dai “rischi tradizionali” – incendio, eventi atmosferici, eventi sociopolitici, dispersione liquidi, eventi catastrofali, furto e rapina – sia dai “rischi non tradizionali” derivanti da pericoli di natura chimica/microbiologica durante il periodo di conservazione”.

L’iniziativa – prosegue la nota – è replicabile “anche per altri comparti del settore agroalimentare” e “rafforza ed espande” la collaborazione tra SACE e Cattolica Assicurazioni, offrendo alle aziende del settore “una gamma di servizi integrata e modulabile, per accompagnarle in ogni fase del proprio ciclo di internazionalizzazione”.

La filiera del vino, secondo le tre realtà, ha infatti il potenziale per conquistare nuove quote di export e guadagnare oltre 200 milioni di Euro nel prossimo triennio, “rafforzando le proprie strategie con adeguate soluzioni assicurativo-finanziarie sia sui principali mercati di riferimento (Stati Uniti in primis) sia sulle nuove destinazioni emergenti (come i mercati asiatici)”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Il governo tedesco valuta di aprire le porte all’impiego degli eFuel

Il Ministro Lindner ha chiesto a Blume Vw “supporti argomentativi” L’IEA (Agenzia…
Leggi di più
News

Aviva va veloce

Il gruppo assicurativo inglese ha infatti registrato un utile operativo di 829 milioni di sterline…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Lokky, l’insurtech italiana per PMI e freelance ha avviato una campagna di equity crowdfunding per attrarre nuovi investitori

Tra gli investitori c’è anche il fondo Azimut Eltif – Venture Capital ALIcrowd II Il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.