IVASS

IVASS, statistiche sui reclami al primo semestre 2016

Reclami (2) Imc

L’IVASS ha pubblicato i dati sui reclami dei consumatori ricevuti da ciascuna impresa di assicurazione nel corso del primo semestre 2016. La rilevazione, segnala l’Istituto in una nota, “punta ad accrescere la trasparenza del mercato, mettendo a disposizione di consumatori e operatori una ulteriore informativa sulla qualità dei servizi offerti dalle imprese”.

Per quanto riguarda i dati a livello aggregato, nel primo semestre 2016 le imprese di assicurazione italiane ed estere operanti in Italia hanno ricevuto complessivamente 64.355 reclami, di cui 14.590 (pari al 22,67% del totale) relativi ai rami Vita, 29.104 (45,22% del totale) al ramo Rc Auto e 20.661 (32,11%) per gli altri rami danni.

IVASS - Reclami I Semestre 2016 IMC

Anche nel I semestre 2016, il ramo RC Auto continua a rappresentare per le imprese italiane il segmento che genera il maggior numero di reclami (46,8% del totale). Per le imprese UE, invece, il comparto per il quale i consumatori presentano il maggior numero di lamentele è quello degli altri rami Danni (46,2%).

I principali motivi di reclamo, evidenzia l’Istituto, riguardano, per il ramo Rc Auto, i tempi di definizione dei sinistri e, più in generale, il servizio di liquidazione reso, oltre a controversie sull’attribuzione della responsabilità e sulla valutazione/quantificazione dei danni.

Tra le principali cause di reclamo del comparto Vita ricorrono problematiche connesse alla liquidazione delle prestazioni (ritardi nel pagamento o errori nei conteggi) ed ai comportamenti della rete di vendita, non sempre improntati alla correttezza ed al perseguimento del best interest del cliente.

Per quanto riguarda gli esiti complessivi, in un quadro che si presenta uniforme sia per le imprese italiane che per quelle estere, i reclami presentati hanno avuto esito positivo per gli esponenti in circa il 40% dei casi: in particolare, per il 32% l’istruttoria è stata chiusa dall’impresa accogliendo integralmente le richieste dell’esponente e per l’8% è stato comunque trovato un accordo transattivo. Le richieste del reclamante sono state invece respinte nel 49% dei casi. I restanti casi (11%) risultavano ancora in istruttoria alla fine del semestre.

Gli esiti dei reclami Rc Auto presentano invece differenze tra le imprese italiane e quelle estere. Per le imprese italiane, gli accordi chiusi con esito positivo hanno rappresentato il 42% dei casi (31% accolti + 11% transatti). Le richieste sono state respinte del 48% dei casi ed il 10% si trova ancora in istruttoria. Per le imprese estere, gli accordi chiusi positivamente rappresentano la maggioranza dei casi (51%; 36% accolti + 15% transatti). Nel 42% dei casi il reclamo si è invece risolto in modo negativo ed il 7% risulta ancora in istruttoria.

IVASS - Reclami 2016 - Esito reclami I Semestre (2) IMC

Per quanto riguarda i tempi di risposta, infine, si evidenzia nuovamente una situazione di omogeneità fra imprese italiane ed operatori UE: la media si attesta attorno ai 21 giorni per quanto concerne il totale dei rami assicurativi e scende a 18 giorni per il comparto Rc Auto.

Intermedia Channel


IVASS – Reclami ricevuti nelle imprese nel corso del I semestre 2016

Articoli correlati
In EvidenzaIVASSNews

Ivass autorizza la fusione per incorporazione di Revo in Elba Assicurazioni

Fusione inversa prevista nel 4Q22 e contestuale quotazione su Euronext STAR Milan Approvata la…
Leggi di più
IVASSNews

Ivass segnala altri 7 siti internet irregolari

Le polizze auto stipulate attraverso questi siti sono false e i relativi veicoli circolano privi di…
Leggi di più
In EvidenzaIVASSNews

Ivass: è di 353 euro il prezzo medio pagato per la garanzia Rc Auto nel primo trimestre dell’anno

Il differenziale di premio tra Napoli e Aosta è di 252 euro, in diminuzione dell’11% rispetto…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.