Opinione della Settimana

Cattolica Assicurazioni ha deciso di varare un comitato scientifico

Cattolica Assicurazioni Imc

(Fonte: Avvenire)

Conoscere le esigenze del Terzo settore per continuare a fornire risposte adeguate ai bisogni che esprime in termini assicurativi. In questi giorni, Cattolica Assicurazioni ha dato vita ad un comitato scientifico dedicato al terzo settore, composto da personalità di spicco del campo degli studi giuridici e sociali. L’analisi e l’implementazione delle novità introdotte dalla recente riforma sul terzo settore, e dai suoi decreti attuativi, produrrà le linee guida per il raggiungimento degli obiettivi.

Il comitato scientifico rappresenta un ampliamento del perimetro di interesse di Cattolica che, forte dei risultati ottenuti con l’Osservatorio Enti Religiosi e Non profit, mira ad una ricerca finalizzata alla realizzazione di nuovi prodotti e al potenziamento culturale e formativo dell’intera azienda. Particolare attenzione verrà rivolta agli aspetti giuridico-amministrativi del cooperativismo e del fenomeno migratorio. «Un panorama mutevole com’è quello del terzo settore, mai come ora, necessità di uno studio continuo, di un laboratorio permanente», dichiara Piero Fusco, responsabile della Business Unit Enti Religiosi e Non Profit di Cattolica Assicurazioni, «del resto, parliamo di un macro-mondo che spazia dalla politica alla religione, dalla salute alla cultura, dall’ecologia al lavoro, dall’educazione alla tecnica».

Obiettivo del comitato scientifico, in sintesi, è fornire le indicazioni giuste per muoversi in un terreno adesso in trasformazione anche dal punto di vista normativo. «È grazie allo studio delle esigenze reali di ogni ente attivo nel terzo settore», continua Fusco, «che l’offerta di Cattolica si presenta come la più avanzata nel nostro comparto, basti pensare all’esperienza ventennale della proposta assicurativa per il volontariato». Nell’attuale quadro di cambiamento del terzo settore, in cui si registrano trend emergenti e nuovi profili, è necessario «creare delle situazioni che offrano una visione, che abbiano l’ambizione di creare un pensiero nuovo», conclude Fusco. E la responsabilità di incubare soluzioni appartiene a tutti i soggetti che vogliono costruire una società civile. Cattolica Assicurazioni raccoglie la sfida dotandosi di un nuovo strumento, capace di favorire il dibattito complessivo e la presa di coscienza, la ricerca e la messa a punto di nuove ipotesi di lavoro.

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.