News

ITAS, approvati i risultati dell’esercizio 2016

Giovanni Di Benedetto (Foto Roberto Bernardinatti) (3) Imc

L’Assemblea dei Delegati di ITAS Mutua, in rappresentanza degli oltre 696mila soci e assicurati, si è riunita ieri a Trento per l’approvazione del bilancio consolidato del Gruppo ITAS Assicurazioni, riferito al 31 dicembre 2016.

I delegati hanno votato all’unanimità il bilancio consolidato di Gruppo. L’esercizio si è chiuso con un utile lordo consolidato “decisamente positivo e ampiamente superiore agli obiettivi prefissati da piano industriale” (25,6 milioni di Euro prima delle imposte), “rafforzando ulteriormente” il patrimonio del Gruppo che raggiunge ora quota 387 milioni, in crescita di oltre nove milioni rispetto al 2015. Il patrimonio della capogruppo ITAS Mutua vale da solo 329 milioni di Euro (+10,2% rispetto al 2015) e la raccolta premi è di oltre 740 milioni, mentre il valore aggiunto della Mutua e la ricaduta complessiva sul territorio è salito a 253 milioni (dai 195 milioni nel 2015).

“I risultati raggiunti nel 2016 sono una chiara dimostrazione che le radici mutualistiche della Società sono la formula vincente che rendono ITAS un’eccellenza storica nel panorama assicurativo italiano – ha commentato il presidente Giovanni Di Benedetto (nella foto, di Roberto Bernardinatti). Da quasi 200 anni ITAS è innanzitutto Impresa di Comunità. Essere una mutua significa lavorare nelle comunità e per le comunità, dando risposte efficaci alle insidie portate dalle perenni e veloci trasformazioni della realtà in cui operiamo. Nascono ogni giorno nuove sfide e nuove necessità, la forza di ITAS risiede proprio nella sua capacità di affrontare gli ostacoli trasformandoli in opportunità al fine rispondere ancora più efficacemente alle esigenze dei soci assicurati in primo luogo e di tutti i soggetti che ogni giorno operano in ITAS”.

L’Assemblea inoltre, udita la relazione del presidente in merito alla vicenda che ha visto l’ex direttore generale “pesantemente coinvolto in un’indagine della Magistratura con circostanziati e gravi addebiti di reato ai danni della società ITAS Mutua”, ha espresso solidarietà e fiducia al presidente e all’intero CDA (con 149 voti a favore, 9 astenuti e 4 contrari) “nella certezza che questi continueranno ad operare per la crescita di ITAS e la salvaguardia dei suoi valori”.

L’Assemblea ha anche preso atto che la presidenza e il CDA “hanno tempestivamente adottato tutti i provvedimenti di controllo, interni ed esterni, di notifica e contestazione degli addebiti, di sospensione dalle funzioni fino a disporre del licenziamento del Direttore Generale, di aver fatto ciò costantemente in contatto con l’autorità di vigilanza IVASS e di avere sempre dato ampia collaborazione all’autorità inquirente, costituendosi parte lesa fin dall’inizio”.

L’Assemblea, su conforme proposta del presidente, ha dato inoltre mandato al presidente stesso e al CDA “di adottare ogni misura, azione e provvedimento volti alla verifica strutturale e organizzativa a garanzia di trasparenza, efficienza e legittimità” e ha deliberato “ad altra data da stabilirsi l’esame di modifiche statutarie per poter serenamente valutare le soluzioni più idonee nell’interesse di ITAS Mutua”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
News

L’inflazione non è un rischio importante per gli assicuratori, dice JP Morgan

L’aumento dell’inflazione non solo è gestibile, ma non rappresenta un rischio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: salta l’accordo da $2,7 miliardi raggiunto da Calpers sui piani long term care

Il 30% dei potenziali beneficiari no ha sottoscritto l’intesa facendo scattare la clausola di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Climate change: soltanto l’8% degli assicuratori preparati ad affrontarlo

Pubblicata survey di Capgemini-Efma sugli effetti del cambiamento climatico nell’industria delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.