News

Allianz Global Corporate & Specialty rafforza il team specializzato in Responsabilità civile ambientale

Rischi ambientali - Enviromental Risk Imc

Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS), centro di competenza del Gruppo Allianz per l’assicurazione degli affari “large corporate” e “specialty”, ha nominato due nuovi esperti in rischi ambientali per l’Area del Mediterraneo, in modo da soddisfare le crescenti richieste da parte dei clienti e l’aumento significativo delle responsabilità in campo ambientale. Quello della Responsabilità civile ambientale (EIL), scrive AGCS in una nota, è infatti un mercato assicurativo in rapida crescita, che riguarda le esposizioni e relativi indennizzi per danni ambientali e di salute pubblica, che vanno dall’inquinamento industriale alle pandemie.

A partire dalla giornata di ieri, martedì 2 maggio, Nicolas Dzubanowski è stato inserito da AGCS Francia nel team di Responsabilità civile ambientale. Dzubanowski, che riferirà direttamente a Marine Ress, Head of Liability Underwriting di AGCS Francia, proviene da AXA France, dove ricopriva il ruolo di Senior Underwriter in Rischi ambientali.

In precedenza (dal 6 aprile), Victor Sanchez è entrato a far parte del team di Allianz Risk Consulting (ARC) di AGCS Spagna come Senior Risk Consultant EIL. Sanchez, che fa riferimento a Rafael Rioboo, Team Leader ARC Spagna, ha maturato 16 anni di esperienza sui temi ambientali e di recente ha rivestito il ruolo di EHS Senior Consultant presso Environmental Resources Management Mexico.

Sempre ad aprile, Damaso Alvarez Peña (Head of EIL, Area del Mediterraneo) e Arthur Lu (Global Head EIL) hanno presentato al mercato spagnolo l’offerta di AGCS sul tema EIL, che intende fornire alle aziende “tutta la competenza necessaria per rispondere in modo adeguato agli eventi dannosi, così da ridurre prontamente i danni reputazionali e i costi di risanamento a lungo termine”. Anche la Francia ed altri Paesi dell’area del Mediterraneo saranno interessati in futuro da questo genere di presentazioni.

“Le responsabilità ambientali possono essere durature e costose – ha commentato Patrick Thiels, CEO di AGCS per l’Area del Mediterraneo (Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Benelux, Grecia, Cipro, Malta e Maghreb) –. Dal momento che la copertura tradizionale non si occupa solitamente di incidenti ambientali, AGCS ha strutturato una copertura specifica per rispondere a questo rischio particolare, e adesso sta ampliando il suo team EIL nel Mediterraneo per supportare nel modo corretto i clienti, sia nell’underwriting sia nel risk consulting. Come assicuratori professionali consideriamo con grande attenzione la responsabilità ambientale e per questo la nostra polizza ha anche l’obiettivo di coprire i costi di risanamento e di ripristino”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Germania: mercato della pet insurance in forte crescita

Raggiungerà i $2,65 miliardi nel 2030 con una crescita annua del 14,6 per cento secondo un rapporto…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Bermuda: Partner Re registra una perdita di $539 milioni nel primo trimestre 2022

L’utile operativo cresce invece da 42 a 174 milioni di dollari Il riassicuratore vanta un…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Trend: protection-gap salirà a $ 1800 miliardi nel 2025

Secondo un report di PWC l’Asia-Pacifico sarà l’area più insicura del pianeta L’industria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.