News

Gruppo GFT, ricavi in crescita nel primo trimestre 2017

GFT HiResI ricavi consolidati del provider di servizi IT per il settore finanziario sono aumentati del 14% a 111,1 milioni di Euro, anche grazie alla performance molto positiva della divisione Continental Europe (+22% a oltre 56 milioni). La digitalizzazione dei processi di business è ancora uno dei più importanti driver di crescita. Gli utili consolidati (EBITDA) sono invece leggermente diminuiti (da 10,15 a 9,92 milioni). Il Gruppo ha confermato le previsioni per l’esercizio 2017

Il Gruppo GFT, provider di servizi IT per il settore finanziario, ha presentato i risultati del primo trimestre del 2017, chiuso con ricavi consolidati in aumento del 14% a 111,1 milioni di Euro. Habber Tec Brazil, acquisita nell’aprile del 2016, ha contribuito con 2,9 milioni di Euro: la crescita organica rettificata di Gruppo è quindi pari all’11%.

La divisione Continental Europe ha registrato un aumento dei ricavi del 22%, superando quota 56 milioni e rappresentando una quota del 51% nei ricavi consolidati complessivi (dal 47% del primo trimestre 2016). Il principale driver di crescita è stato rappresentato dalla forte domanda di soluzioni per la digitalizzazione dei processi operativi. In Spagna i ricavi sono aumentati del 32% (attestandosi a quasi 23 milioni di Euro) ed è stata registrata una decisa crescita anche in Germania e Svizzera (rispettivamente con incrementi del 14% a 13,2 milioni e dell’84% a 4,56 milioni). Nel nostro Paese, l’attuale crisi bancaria non ha fermato lo sviluppo dei ricavi, che hanno oltrepassato quota 13,5 milioni di Euro (+2%).

I ricavi nella divisione Americas & UK sono aumentati del 7%, attestandosi a quasi 55 milioni di Euro. Le attività di questa divisione, fanno sapere da GFT, sono state caratterizzate dalla riduzione del capitale investito da parte delle banche di investimento nel Regno Unito e negli Stati Uniti in vista delle imminenti negoziazioni sulla Brexit e dei piani di deregolamentazione del nuovo governo statunitense. Le strutture commerciali di questi due Paesi sono state adattate al cambiamento del contesto di mercato. Sulla base della vasta esperienza del Gruppo con clienti di lunga data nell’Europa Continentale, “maggiore enfasi sarà ora posta nell’indirizzare le banche universali, nel Regno Unito e negli Stati Uniti, con soluzioni per la digitalizzazione dei loro processi di business, al fine di sfruttare questo alto potenziale del mercato”.

L’utile di Gruppo prima degli interessi, imposte, svalutazioni e ammortamenti (EBITDA) è leggermente diminuito rispetto ai primi tre mesi del 2016 (da 10,15 a 9,92 milioni di Euro). Il dato comprende costi pari ad un milione di Euro per adattare alle mutate condizioni del mercato l’organizzazione commerciale nel Regno Unito e negli Stati Unit ed include anche spese per il personale – legate all’acquisizione di Habber Tec Brazil – per il pagamento di obbligazioni  basate sulle performance (earn-out). L’utile ante imposte (EBT) è diminuito del 6%, attestandosi a 6,63 milioni. Il Gruppo prevede che le misure per ottimizzare le reti commerciali della divisione Americas & UK saranno completate entro la fine del primo semestre, con un impatto positivo sugli utili dalla seconda metà dell’anno in avanti.

A fine marzo, il Gruppo contava un totale di 4.833 dipendenti full-time-equivalent, con una crescita del 16% rispetto all’anno precedente. L’incremento dell’organico, spiega GFT, è derivato principalmente dai centri di sviluppo dell’azienda situati in Brasile, Costa Rica, Polonia e Spagna. L’acquisizione di Habber Tec Brazil ha generato un aumento di 102 dipendenti nel Paese sudamericano. Nel Regno Unito l’organico è invece diminuito del 7% a 227 risorse (da 243) e negli Stati Uniti del 13% a 62 (contro le 71 a fine marzo 2016).

Basandosi sullo sviluppo positivo delle attività nel primo trimestre e sulla continua forte domanda di soluzioni digitali per il settore bancario, il Gruppo ha inoltre confermato le previsioni per l’esercizio 2017. GFT stima di raggiungere ricavi consolidati per 450 milioni di Euro ed utili EBITDA ed EBT in crescita, rispettivamente, a 48,5 e 35 milioni di Euro.

“Nel corso dell’anno, GFT migliorerà ulteriormente il proprio posizionamento come partner tecnologico  leader per la digitalizzazione del settore finanziario e proseguirà lungo il suo percorso di crescita – ha commentato Ulrich Dietz, CEO di GFT –. Nella seconda metà dell’anno, ci aspettiamo anche significativi miglioramenti nell’efficienza grazie alle misure di ottimizzazione già implementate nel Regno Unito e negli Stati Uniti”.

Intermedia Channel


Gruppo GFT – Presentazione risultati al primo trimestre 2017 (in inglese)

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: Biden propone riforma per assicurazione pubblica sulle inondazioni

La NFIP attualmente copre 5 milioni di americani ma ha accumulato un debito non più sostenibile di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

USA: i big del capitalismo aiuteranno le donne ad abortire in polemica con la corte suprema

Le prese di posizione di molte grandi corporation dopo la dedizione del maggiore organo…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

Rc auto: meno reclami se le polizze le vendono gli agenti

Riccardo Sabbatini Se i reclami rappresentano una proxy sulla qualità del servizio assicurativo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.