Opinione della Settimana

Figli, acqua, fuoco, cani: Ecco come difendersi dagli imprevisti domestici

Protezione - Casa - Famiglia Imc

(di Ennio Montagnani – Il Giornale Mia Economia)

La «Rc capofamiglia» può includere quasi di tutto. Ma c’è il nodo scoperti. Le offerte su misura

Dalla copertura per i danni provocati dal capofamiglia ai quelli causati dagli altri componenti del nucleo familiare. Dai danni procurati a terzi dagli animali domestici a quelli per allagamenti o per incendi. Dai furti domestici ai danni cagionati ai vicini di casa. Fino alle coperture in caso di controversia giudiziale o per terremoti. Sono queste alcune delle più frequenti situazioni che possono essere oggetto di una polizza assicurativa per la casa e per la famiglia. Contratti offerti, anche online, da molte compagnie, i cui costi annui possono variare molto a seconda delle protezioni richieste e da cornpagnia a compagnia. Affidarsi ad un consulente di fiducia consente di esaminare le effettive necessità della famiglia in modo da ritagliarsi il contratto personalizzato ad hoc senza spendere più del dovuto, evitando sovrapposizioni con altre polizze attive (come, per esempio, quella abbinata al mutuo o quella condominiale).

Rc capofamiglia

Arrecare un danno agli altri in occasione di fatti della vita privata è sempre possibile al capofamiglia e alle persone che vivono con lui: nella pratica di uno sport, i figli minori affidati a terzi, in vacanza o in casa. La polizza Rc (responsabilità civile) capofamiglia per un nucleo familiare composto da quattro persone costa di norma tra i 70 e i 200 euro (ma con coperture molto differenti tra polizza e polizza): comprende di solito i danni provocati dai minori compresi quelli derivanti dalla guida di un’auto o una moto (assicurati con Rc auto) senza patente e all’insaputa dei genitori. E, però, importante appurare gli eventuali massimali, scoperti e franchigie. Per esempio se la franchigia è di 100 euro (la parte del danno che rimane a carico dell’assicurato), e il danno fosse di mille euro, il risarcimento della compagnia si limiterebbe a 900 euro (mille euro meno 100 euro di franchigia): se il danno fosse di 85 euro la compagnia non pagherebbe nulla. Lo scoperto, espresso in percentuale, indica invece la quota del danno senza copertura: se il danno subito ammontasse a 2mila euro con uno scoperto del 10%, la compagnia limiterebbe il rimborso a 1.800 euro. Infine, il massimale fissa il tetto dell’indennizzo della compagnia per uno specifico danno: se il massimale fosse fissato a 100mila euro, a fronte di un danno accertato di 125mila euro, la compagnia liquiderebbe un risarcimento di soli 100mila euro.

Colf

Si tratta di una copertura di solito contemplata dalla Rc capofamiglia (ma è sempre bene controllare prima della firma del contratto) e distingue tre casi. Il primo è quello che possiamo definire classico come per esempio la colf che fa cadere un vaso dal balcone e procura un danno all’auto in sosta di un condomino: è quasi sempre incluso nella copertura. Il secondo caso riguarda gli infortuni subiti da un lavoratore (per esempio una badante 24 ore su 24 che assiste un parente in casa) e i danni subiti in casa nell’esercizio delle proprie funzioni. Il terzo caso, riguarda le prestazioni occasionali (come baby sitter e servizi domestici): sia il secondo caso che il terzo sono di solito non coperti o lo sono in forma limitata.

Danni da allagamento o incendio

Per incendio si intendono anche quei danni provocati da fulmine, esplosione e scoppio o anche da atti vandalici o dolosi di terzi. La garanzia inoltre copre i costi per sgomberare e trasportare in discarica i residui e i danni causati ad esempio dai Vigili del Fuoco per spegnere l’incendio. La copertura danni legati all’acqua include tutti quei fenomeni come violenti temporali, una grandinata, il vento o una tromba d’aria, ma anche la rottura accidentale di una tubatura del bagno o dell’impianto di riscaldamento. La garanzia protegge il contenuto danneggiato da questi particolari fenomeni. In alcuni casi la polizza prevede un servizio di assistenza 24 ore su 24 che consente di ricevere assistenza di un tecnico.

Animali domestici

Gli animali domestici rappresentano una delle fonti più probabili di danni a terzi. Ma occorre fare attenzione ad alcuni particolari. A cominciare dalle franchigie, che variano da 50 a 250 euro. Poi è bene specificare chiaramente il tipo di animale posseduto e, nel caso dei cani, anche la razza. Per esempio nella polizza Nuova protezione casa di Axa sono esclusi dalla copertura i cani di razza: Perro, Pitbull, Rottweiler, Dobermann, Doghi, Bull Terrier, American Bulldog, Bull Mastiff e Mastino napoletano (che però possono essere coperti con una assicurazioni a parte prevista dal contratto). Nella polizza Casamia di Reale Mutua, invece, tutti gli animali di «affezione» sono coperti nell’ambito del tempo libero, purché posseduti nel rispetto delle norme di legge: cani, gatti, criceti e altri animali presenti all’interno dell’abitazione oppure cavalli, capre e conigli e altri animali da stalla o da cortile.

Intrusi

È la garanzia che indennizza in caso di furto e comprende anche l’indennizzo dei danni causati dai ladri e gli atti vandalici compiuti durante il furto. Alcuni contratti, come per esempio [email protected] prevedono un valore minimo (2mila euro) e uno massimo (25mila) per assicurare i beni inoltre gli indennizzi. Le coperture scattano se c’è rottura di porte o finestre ma è possibile chiedere il risarcimento dimostrando che il ladro abbia usato chiavi di casa rubate. Nel caso in cui il ladro entri da una finestra aperta (per esempio d’estate) o tramite impalcatura per lavori in corso sull’edificio, la copertura prevede di solito uno scoperto del 20%: in tutti i casi, la garanzia copre quasi sempre anche i danni che i ladri fanno durante la rapina (come serrature rotte, infissi divelti o tavoli e sedie danneggiati).

Altre coperture extra

È infine possibile coprire situazioni specifiche come i danni da terremoto (di solito indennizzati fino al 70% del massimale assicurato), gli infortuni domestici (bastano 45 euro all’anno per assicurare fino a 50 mila euro di massimale annuo), e la tutela legale: con meno di 30 euro, per esempio, ci si assicura una copertura legale fino a 15mila euro di spese in caso di controversia giudiziale o extragiudiziale. Infine, in aggiunta alla garanzia furto si può estendere la copertura Preziosi/Gioielli/Rapina/Scippo: la garanzia è estesa al caso di rapina e scippo per i preziosi e i gioielli tenuti in casa (pellicce, quadri, tappeti e argenteria).

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.