Opinione della Settimana

Lesioni micropermanenti non risarcibili se manca l’evidenza strumentale

Giudice - Sentenza Imc

(di Francesco Machina Grifeo – Quotidiano del Diritto)

Le lesioni di lieve entità, che non siano suscettibili di accertamento clinico strumentale obiettivo, non possono dar luogo al risarcimento per danno biologico permanente. Il Tribunale di Pordenone, con la sentenza del 17 marzo 2017 n. 197, ha così accolto il ricorso di una compagnia assicurativa per mancanza di prove evidenti della lesione subita.

In primo grado gli accertamenti svolti dal consulente tecnico d’ufficio avevano evidenziato che la diagnosi di cervicalgia post-traumatica risultava compatibile con la dinamica di un tamponamento da tergo. Ed il giudice di pace, accogliendo la domanda dell’attore, aveva ritenuto risarcibile anche il danno da invalidità permanente per 1,5 punti percentuali quantificandolo in 1.060 euro.

In appello, però, l’istituto assicurativo e il conducente hanno lamentato la violazione dell’articolo 32 comma 3-ter legge 27/2012 che, novellando l’articolo 139 del codide delle assicurazioni, ha sancito la non risarcibilità del danno biologico permanente ove l’accertamento non avvenga attraverso una valutazione clinico strumentale obiettiva.

Non solo, gli appellanti hanno eccepito l’inapplicabilità della novella in quanto entrata in vigore successivamente al verificarsi del sinistro. Su questo secondo punto il Tribunale ricorda che la Corte costituzionale (sent. 235/14) ha precisato che siccome la riforma non è attinente alla «consistenza» del diritto al risarcimento delle lesioni, «bensì solo al momento successivo del suo accertamento in concreto, si applica, ai giudizi in corso, anche se relativi a sinistri verificatisi prima della entrata in vigore». La modifica legislativa, infatti, si limita ad individuare «un criterio ermeneutico nella corretta applicazione della prova della lesione».

Tornando alla questione principale, per il giudice, mentre con riguardo ai danni da invalidità temporanea la documentazione medica «consente di esprimere una valutazione largamente positiva della (prova) della sussistenza degli stessi»; invece, «con riferimento al danno da invalidità permanente, le risultanze medico – legali denotano chiaramente l’assenza di accertamenti clinico strumentali, essendo la diagnosi di distorsione cervicale compatibile con la completa assenza di rilievi al controllo radiografico». Ne consegue che «non può essere riconosciuta la risarcibilità di detta lesione personale».

Né può ritenersi, prosegue la sentenza, che il danno da invalidità permanente possa essere ricompreso nella previsione del comma 3-quater, che, a differenza del comma precedente, non richiede per la sua applicazione «alcuna limitazione nelle modalità di riscontro, risultando sufficiente l’accertamento anche meramente visivo della lesione». Dopo taluni contrasti interpretativi, infatti, la dottrina e la giurisprudenza dominanti ritengono che la norma «attenga alla liquidazione del danno non patrimoniale e del danno biologico temporaneo».

Tutto questo non implica, precisa il Tribunale, una interpretazione «in forza della quale si neghi giustizia e tutela a chi ha subito una lesione effettivamente accertata e provata con metodo scientificamente accertato e riconosciuto, ancorché in essenza di accertamento strumentale». Solo in ipotesi di «assoluta mancanza» di riscontro clinico, infatti, «i diritti inviolabili della persona possono essere bilanciati con altri principi quali il valore dell’iniziativa economica privata connesso all’attività del vettore (Cost. 132/1985) ed il dovere di solidarietà sociale, secondo cui non è risarcibile il danno per lesioni di quei diritti che non superi il livello di tollerabilità che ogni persona inserita nel contesto sociale deve accettare in virtù del dovere di tolleranza che la convivenza impone (Cass. 26972/2008)».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.