News

Macros Consulting, come è destinato a cambiare il settore della distribuzione assicurativa

Assicurazioni - Tecnologia - Startup Imc

Un’analisi di Angelo Paulli, Consultant di Macros Consulting (società di consulenza strategica per il settore assicurativo e finanziario) affronta i cambiamenti che interesseranno il settore della distribuzione assicurativa in seguito all’entrata in vigore, da febbraio 2018, della nuova direttiva sull’intermediazione assicurativa (Insurance Distribution Directive).

Per quanto riguarda il mercato, spiega Paulli, significa regolarizzare tutti i soggetti che a vario titolo vendono prodotti assicurativi (dalle agenzie di viaggio, agli autoconcessionari, ai comparatori, ecc.), “evitando così effetti distorsivi sul piano della concorrenza”. Non sarà più possibile distribuire prodotti assicurativi obbligatoriamente abbinati alla vendita di altri beni o servizi: il consumatore avrà la possibilità di acquistarli separatamente.

I distributori – prosegue Paulli – dovranno rispettare un’ampia e articolata serie di adempimenti. Innanzitutto gli intermediari che svolgono attività di consulenza “dovranno preliminarmente ottenere dai clienti informazioni sulla loro situazione finanziaria, gli obiettivi dell’investimento e verificare il grado di conoscenza nell’ambito finanziario per le diverse tipologie di prodotto o servizio”.

L’intermediario dovrà fornire ai clienti una serie di informazioni e documentazioni, come per esempio la natura del suo compenso (oraria, provvigione, altro), senza specificarne necessariamente l’importo. L’intermediario dovrà inoltre fornire un’attività di consulenza (la cosiddetta “raccomandazione personalizzata”), riguardo la scelta del prodotto più consono alle esigenze del cliente, tenendo conto dei rischi associati ai prodotti o alle proposte di investimento offerte.

Il cliente, evidenzia ancora Paulli, riceverà una documentazione informativa standardizzata (per i prodotti danni) di semplice lettura, informazioni analoghe a quelle oggi contenute nella nota informativa di cui al Regolamento IVASS 35/2010. Infine verrà fornita al cliente un’appropriata informazione in merito alla valutazione periodica dell’idoneità dei prodotti (in caso di distribuzione associata alla consulenza).

“La percezione immediata di questa nuova regolamentazione – conclude Paulli – è che possa incrementare gli aspetti burocratici e amministrativi, tuttavia può essere un’occasione per elevare ulteriormente il servizio verso il cliente. La maggiore tutela implica una migliore conoscenza del cliente e permette all’intermediario di offrire prodotti che rispondano meglio alle esigenze dell’assicurato. Ancora una volta la professionalità e le competenze dell’agente saranno  gli strumenti vincenti per distinguersi dagli altri competitors”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Brasile: le alluvioni nel Rio Grande do Sul causano danni per $1,75 miliardi

La stima in un report di Aon che indica in circa 100milioni le perdite per gli assicuratori Le…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: partnership strategica tra ABN Amro e BNP Paribas nelle polizze vita di fascia alta

La banca francese acquisirà la quota di ABN Amro in Neuflize vie, la partnership assicurativa…
Leggi di più
EsteroNews

Spagna: Saragozza impone l’assicurazione obbligatoria RC per i ciclisti

Il Consiglio comunale di Saragozza, in Spagna, ha annunciato di voler rendere obbligatoria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.