News

Fundacion MAPFRE, graduatoria maggiori gruppi assicurativi europei nel 2016

Statistiche - Raccolta premi ImcIl volume dei ricavi complessivi dei primi quindici gruppi europei è sceso dello 0,8% a 575 miliardi di Euro. AXA mantiene saldamente la prima posizione, seguita da Allianz e Generali

La Fundacion MAPFRE ha pubblicato recentemente la consueta elaborazione annuale riguardante i maggiori gruppi assicurativi europei in termini di raccolta premi. Secondo quanto emerge dalla nuova edizione del report, nel 2016 il volume dei ricavi complessivi dei 15 maggiori gruppi assicurativi europei è stato pari a 575,9 miliardi di Euro, lo 0,8% in meno rispetto a quanto segnato a fine 2015.

Sette gruppi hanno registrato un aumento della raccolta, a cominciare da Poste Vita (+9,3%), seguita da AXA (+2,7%), Aegon (+2,3%), Aviva e MAPFRE (+2,2%), Crédit Agricole (+1,3%) e CNP (+0,5%). I volumi dei restanti gruppi hanno mostrato andamenti in flessione – dal -0,5% di Allianz al -6,3% di Prudential – sebbene in alcuni casi i bilanci consolidati presentati registrino scostamenti positivi legati alla valuta di riferimento (il report di Fundacion MAPFRE è espresso in Euro).

Uno dei fattori che ha infatti influenzato chiaramente il risultato complessivo – sia in termini di ricavi che per quanto riguarda utili e perdite – è stata la fluttuazione valutaria che ha interessato i diversi mercati di operatività di ognuno dei gruppi in graduatoria. Come evidenzia la fondazione del gruppo assicurativo spagnolo, questo contesto è stato particolarmente accentuato nel corso del 2016, soprattutto per quanto riguarda i rapporti di cambio tra Euro e sterlina britannica (ed anche dell’Euro nei confronti delle valute latino-americane).

In generale, il segmento Danni dei gruppi in graduatoria ha avuto un andamento migliore del comparto Vita, il quale ha registrato contrazioni dei volumi di attività nei mercati avanzati, non pienamente riequilibrate dalla crescita proveniente dai paesi emergenti, in particolare la Cina. I premi Danni, tuttavia, hanno segnato una flessione per otto dei gruppi in classifica (l’analisi delle maggiori compagnie Danni e Vita sarà oggetto di due ulteriori articoli in pubblicazione nei prossimi giorni), sopratutto a seguito dei citati effetti valutari oltre che a causa di politiche di sottoscrizione più restrittive e di condizioni di mercato altamente competitive.

Per quanto riguarda i volumi complessivi Danni e Vita, AXA risulta ancora una volta in cima alla classifica, con oltre 94,2 miliardi di premi. I primi cinque gruppi in graduatoria sono gli stessi di fine 2015 (il gruppo francese è seguito da Allianz, Generali, Prudential e Zurich), così come lo sono quelli dal 12° al 15° posto (BNP Paribas Cardif, Poste Vita, Covéa ed ERGO). CNP e Aviva guadagnano una posizione e salgono rispettivamente al sesto e ottavo posto, scavalcando Talanx – nel caso di CNP – e Crédit Agricole Assurance. Il gruppo olandese Aegon è decimo in graduatoria a seguito di una revisione volontaria della politica contabile – effettuata proprio nel 2016 – nei confronti della sua controllata nel Regno Unito. Le rettifiche effettuate sui bilanci precedenti hanno comportato un incremento di oltre 2,6 miliardi di Euro del volume premi indicato nella graduatoria 2015 per quanto concerne Aegon, che sale di conseguenza ad oltre 22,9 miliardi.

Fundacion MAPFRE - Graduatoria globale 2016 - Volume premi Imc

I quindici maggiori gruppi assicurativi europei hanno mostrato buone performance in termini di utili netti consolidato, saliti complessivamente del 6,4% a oltre 30 miliardi di Euro. Solo tre gruppi hanno registrato una effettiva flessione dei profitti (Prudential, Aviva e Covéa, mentre per Generali lo scostamento negativo si è limitato allo 0,9%), mentre il 2016 di ERGO si è chiuso in perdita, a seguito dell’avvio di un programma strategico da un miliardo di Euro.

La performance positiva della maggior parte dei maggiori gruppi europei, segnala Fundacion MAPFRE, è riconducibile a politiche societarie incentrate sulla redditività, anche perché il contesto prolungato di bassi tassi di interesse non ha praticamente prodotto effetti in termini di risultati finanziari netti per ognuno dei gruppi in graduatoria.

Fundacion MAPFRE - Graduatoria globale 2016 - Utile netto Imc

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la “shadow industry” dei BPM sta facendo lievitare i costi della sanità

Un’inchiesta del NYT rivela che i gestori dei benefici farmaceutici invece di ridurre i costi per…
Leggi di più
EsteroNews

GB: Prudential avvia buyback da $2 miliardi

Il Ceo Anil Wadhwani: “Continueremo a dare priorità agli investimenti in nuove attività…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Clima: necessaria copertura aggiuntiva per oltre metà dei $19mila mld già impegnati per la transizione energetica

Secondo uno studio di Howden-BCG premi assicurativi per protezione nat cat raggiungeranno i 200-250…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.