Opinione della Settimana

Polizze Vita, Generali punta sugli agenti per sfidare Intesa

Generali - Leone alato (2) Imc

(di Luigi Dell’Olio – Il Piccolo)

La controllata italiana guidata da Marco Sesana in tour in tutto il Paese: «Proteggiamo il risparmio delle famiglie»

Puntano con decisione sugli agenti le strategie di Generali Italia. Dopo i nuovi dati dell’Ania – che considerando anche le fabbriche prodotto estere, assegnano la nuova leadership nel ramo vita per Intesa Sanpaolo – nel gruppo triestino c’è voglia di rilanciare. «Siamo consapevoli della crescente concorrenza che caratterizza il mercato e siamo impegnati per accrescere sempre più la qualità dei nostri prodotti», assicura Stefano Gentili, responsabile marketing & distribution di Generali Italia che guidata dal Ceo Marco Sesana. L’incontro è avvenuto a margine dell’evento tenuto dalla compagnia del Leone a Malpensa con 400 agenti della Lombardia, nell’ambito di un tour nazionale (che vede Padova come prossima tappa, venerdì 6 ottobre) per dialogare con la rete. «Un canale strategico per la nostra società», spiega ancora Gentili. «Il nostro obiettivo è puntare sui consulenti, anche giovani, che vengono valuti sulla nuova clientela e non sull’incasso».

Sempre ieri Generali Italia ha indicato la nuova rotta dei prodotti ramo vita, orientati a privilegiare le soluzioni ibride tra protezione e ricerca di rendimento. Una necessità dovuta con gli attuali tassi, che in Europa sono ai minimi storici e alla luce dalla modifica alla regolamentazione Solvency II, relativa all’assorbimento di capitale regolamentare sui singoli tipi di polizze. Così è stata presentata GeneraValore, la nuova soluzione di investimento assicurativa per catturare le opportunità di sviluppo che si presentano dell’economia globale.

«Ci rivolgiamo ai clienti con una maggiore propensione al rischio e conciliando le potenzialità di performance dei mercati azionari con la stabilità della gestione separata», ha spiegato Giancarlo Bosser, responsabile vita & employee benefit della società. Il premio unico versato dall’investitore è inizialmente ripartito in parti uguali tra una componente multicomparto azionaria e la gestione separata Gesav, «che si caratterizza per continuità e solidità dei rendimenti con l’obiettivo di fornire stabilità al capitale investito», ha aggiunto. Per poi precisare che l’orientamento di Generali Italia è di puntare sui prodotti ibridi da qui in avanti, anche se quelli a capitale garantito non verranno chiusi. «Nei primi sei mesi dell’anno», ha spiegato Bosser, «abbiamo registrato una raccolta di prodotti di ramo III (quelli a maggiore contenuto finanziario, ndr) doppia rispetto al primo semestre del 2016, sovraperformando il mercato, che ha limitato il progresso al 35%».

Nelle strategie di crescita di Generali Italia «un ruolo decisivo continueranno a giocarlo gli agenti», ha precisato Bosser. Per poi aggiungere che eventuali accordi di bancassurance (nei giorni scorsi si è parlato di una possibile partnership con il Credito Valtellinese) si muoveranno in parallelo. «Il marchio Generali è appannaggio della rete agenziale. Con Creval c’è già un accordo di distribuzione, siglato da Genertellife».

Articoli correlati
ANAPA Rete ImpresAgenziaAssociazioni di CategoriaIn EvidenzaOpinione della Settimana

«Nessuno si salva da solo»

Nel corso di «Davos 2021», la kermesse annuale del World Economic Forum tenutasi lo scorso…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Il «dritto»...

Ormai quotidianamente l’IVASS oscura e sanziona siti on-line di Intermediari…
Leggi di più
ANAPA Rete ImpresAgenziaIn EvidenzaNewsOpinione della Settimana

Opportunità e sfide del mercato assicurativo italiano

I grandi cambiamenti che stanno interessando l’Italia e il mondo intero, come ben sappiamo…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.