News

Vittoria Assicurazioni, utile netto in calo e raccolta in crescita dopo il terzo trimestre 2017

Vittoria Assicurazioni - Sede Imc

Il gruppo assicurativo chiude i primi nove mesi dell’anno con l’utile netto in flessione del 17% a 58,6 milioni di Euro a seguito di una serie di minori proventi straordinari. In crescita sia la raccolta premi complessiva (+3,2% a 928,9 milioni, interamente trainata dai rami Danni, positivi anche nei volumi del segmento Auto) sia il patrimonio netto di Gruppo (+5,5% a 786,4 milioni). In marginale peggioramento il combined ratio (+0,3 p.p. a 90,3%), che mostra un rapporto sinistri / premi praticamente invariato (-0,1 p.p. a 65,9%)

Il CdA di Vittoria Assicurazioni (nella foto, la sede) ha approvato nella giornata di ieri i risultati consolidati relativi al terzo trimestre 2017. Il Gruppo chiude i primi nove mesi dell’anno con un utile netto pari a 58,6 milioni di Euro, in riduzione del 17% rispetto ai 70,6 milioni dell’analogo periodo 2016. Il risultato, segnala la compagnia nella nota di presentazione, risente di minori proventi patrimoniali straordinari rispetto al terzo trimestre 2016 (per circa 10 milioni).

In crescita il patrimonio netto, che a fine settembre ammonta a 786,4 milioni, con un incremento del 5,5% rispetto all’importo di 745,6 milioni al 31 dicembre 2016.

Segno più anche per la raccolta complessiva, che sale del 3,2% a 928,9 milioni di Euro. Nel dettaglio, la raccolta premi dei Rami Danni è cresciuta del 5,1% rispetto al corrispondente periodo dello scorso esercizio, con i premi complessivi pari a 811,7 milioni. La raccolta dei premi Auto è stata pari a 589,6 milioni (+3,8% rispetto al 30 settembre 2016) ed i Rami Elementari hanno registrato premi per 217,2 milioni, con un incremento del 9,2% rispetto ai 199 milioni contabilizzati alla fine del terzo trimestre 2016. Il combined ratio è praticamente invariato: si osserva solo un marginale peggioramento di 0,3 p.p. (a 90,3%), legato alla risalita del rapporto costi (da 24% a 24,4%), mentre il rapporto sinistri / premi è risultato stabile (-0,1 p.p. a 65,9%). Per quanto invece concerne i rami Vita, il volume dei premi si è attestato a 117,2 milioni di Euro, in flessione del 7,7% ed in linea “con la strategia di riduzione dei prodotti a premi unici rivalutabili collegati a gestioni separate”.

Gli investimenti complessivi, infine, sono aumentati del 4,4% rispetto al 31 dicembre 2016, sfiorando i 3,5 miliardi di Euro.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Intelligenza artificiale: Aon identifica rischi e potenzialità per gli assicuratori

Si prevede che questa forma di sviluppo della tecnologia avrà un impatto su molti ambiti diversi…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i suggerimenti degli assicuratori per accelerare gli investimenti green

L’obiettivo è quello di favorire un flusso di nuovi investimenti per £100 miliardi Gli…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Iran: nonostante le sanzioni, Il petrolio viene esportato con assicurazione made in usa

Lo ha rilevato un’inchiesta del New York Times secondo cui almeno 27 petroliere del paese…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.