News

QBE European Operations, un 2017 positivo

Richard Pryce Imc

“Un’attenta sottoscrizione e gestione dei rischi e una giusta diversificazione del portafoglio”: sono questi i fattori alla base dei risultati positivi conseguiti da QBE European Operations nel 2017.

La holding, alla quale fanno capo le attività nel Vecchio continente del gruppo assicurativo QBE, ha chiuso l’esercizio con riscontri positivi sul fronte delle sottoscrizioni, un combined ratio pari a 95,2% e premi lordi contabilizzati in rialzo del 4,1% a 3,59 miliardi di Euro. In crescita anche i premi netti di competenza, saliti dell’8,1% a 2,85 miliardi.

Nonostante le difficili condizioni di mercato e benché il 2017 abbia visto una notevole attività sul fronte dei sinistri catastrofali, la divisione ha registrato utili di sottoscrizione per 138 milioni di Euro (-44% rispetto al 2016). Questo risultato, sottolineano dal gruppo assicurativo australiano, “rispecchia la costante attenzione dedicata da QBE alla sottoscrizione dei rischi, alla diversificazione del portafoglio prodotti e dei canali distributivi ed alla vicinanza ai propri clienti”.

Nel 2017, QBE European Operations ha avviato un processo di ristrutturazione “finalizzato a riunire le attività di sottoscrizione in un unico segmento con un focus sempre più attento alle esigenze della clientela”. Le azioni implementate “hanno incrementato le capacità di cross-selling e aumentato la densità di prodotto per cliente”.

“Abbiamo ottenuto questi risultati nelle condizioni più difficili riscontrate da cinque anni a questa parte – ha commentato Richard Pryce (nella foto), CEO di QBE European Operations –. Il nostro impegno di lungo periodo per quanto riguarda un’efficace gestione della sottoscrizione dei rischi, la diversificazione del portafoglio e l’attenzione alla clientela ha garantito solide basi per superare questo momento”.

In conformità alla strategia mirata a salvaguardare l’azienda dall’incertezza economica dovuta all’uscita del Regno Unito dall’UE, i piani post-Brexit di QBE sono sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi desiderati, mentre una nuova entità giuridica europea verrà inaugurata a Bruxelles in tempo per i rinnovi del 2019.

Questa scelta strategica, evidenziano ancora dal Gruppo, “contribuisce a dissipare l’incertezza per clienti, broker e dipendenti dell’Europa continentale e ribadisce l’impegno aziendale nei confronti della Regione, che continua a registrare una crescita positiva e rappresenta un elemento di crescente importanza per QBE European Operations”.

“Fra i nostri obiettivi principali – ha affermato Pryce – si conferma la volontà di promuovere una cultura aziendale imperniata sul cliente, che influenza i processi di selezione, formazione e motivazione del personale così come le strategie utilizzate per gestire e soddisfare le esigenze della clientela”.

Sono a buon punto anche i piani promossi da QBE Ventures, società del Gruppo attiva nel settore venture capital, al fine di stimolare gli investimenti sul fronte Insurtech. In seguito all’accordo di partnership sottoscritto nel mese di novembre con Cytora, QBE si prepara infatti all’introduzione del Risk Engine sviluppato insieme alla startup londinese e basato su algoritmi di apprendimento automatico, in una serie di linee prodotti per il comparto Danni.

“Il 2017 ha visto un ulteriore sviluppo delle nostre competenze di analisi e gestione dei dati di cui cercheremo di accelerarne l’utilizzo a livello aziendale, per quanto riguarda sia la sottoscrizione dei rischi che la gestione dei sinistri – ha ribadito Pryce –. Come azienda, ci mettiamo alla prova ogni giorno per individuare nuovi modi in cui queste competenze possono influenzare i nostri processi di pensiero e comprensione e le nostre modalità di lavoro”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Violenza politica: negli ultimi anni danni per oltre $13 miliardi a carico degli assicuratori

Preoccupato report di Allianz Commercial Per il 2024 i maggiori timori riguardano le elezioni che…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Standard contabili: con Ifrs17 aumentate le passività assicurative e diminuito il patrimonio

Ad un anno dall’avvio del nuovo principio Eiopa ne analizza l’impatto L’authority ha svolto…
Leggi di più
EsteroNews

GB: nel 2023 record di risarcimenti assicurativi per danni causati dal maltempo alle abitazioni

Le compagnie hanno speso £573 milioni, il 36% in più rispetto al 2022 I risarcimento per le…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.