News

Campora (Allianz Italia): “L’Italia deve valorizzare di più la cultura scientifica e tecnica”

Giacomo Campora (4) Imc

L’intervento dell’amministratore delegato della compagnia al MIB Trieste School of Management, durante la cerimonia di consegna dei diplomi ai partecipanti all’Executive Master Insurance & Finance

L’amministratore delegato di Allianz Italia Giacomo Campora (nella foto) ha presenziato come relatore ospite alla solenne cerimonia di consegna dei diplomi ai 21 partecipanti all’Executive Master Insurance & Finance, nel salone del Palazzo Ferdinandeo, sede di MIB Trieste School of Management.

Campora, spiega la compagnia in una nota, ha parlato ispirandosi, tra l’altro, alle “Lezioni americane” di Italo Calvino: “L’assicurazione e la finanza sono due elementi formativi costanti e importanti nel vostro percorso professionale e, quando si ha la passione, nell’ambiente di lavoro ci si realizza anche personalmente, si stringono amicizie e rapporti che si rafforzano nel tempo. La scuola è stata per voi una pausa di riflessione importante in una vita che è spesso frenetica. E a chi, come voi, lavora nel mondo della finanza e contemporaneamente studia, è richiesto uno sforzo intensissimo, ed essere arrivati fino in fondo a questo Master è un risultato che merita molto rispetto e grandi complimenti. Voglio esprimere anche il mio apprezzamento personale verso la scuola. Per voi studenti, questa esperienza formativa ha un aspetto molto importante: vi aiuta a conoscere i vostri punti di forza personali”.

“Bisogna sapere chi siamo, qual è il nostro vantaggio competitivo e sviluppare i nostri punti di forza e, da bravi, diventare così eccellenti – ha evidenziato Campora –. Il corollario è che ci si circonda poi di figure professionali che sono complementari e si sviluppa così una leadership che possiamo paragonare a quella di un bravo direttore d’orchestra: ci si sa adattare agli altri, si ascolta, si trasmette sicurezza e si indica una direzione chiara”.

“L’assicurazione – ha inoltre spiegato l’AD di Allianz Italia – è un business di esperti, che sanno come trasferire i rischi della società in senso lato alle imprese private e si basano su stime attuariali molto sofisticate. Nella finanza, invece, c’è più incertezza, perché le scelte d’investimento devono tener conto di un set informativo certo al 70% per i dati attuali e per la parte restante legato ai dati futuri. La finanza è quindi incerta e più internazionale. Anche per questo motivo, non ritengo che le assicurazioni possano essere un mondo di facile colonizzazione da parte delle grandi imprese tecnologiche globali, perché l’esperienza che si sviluppa localmente, nei singoli paesi, è difficilmente scalabile. Ma servirà sempre di più capire e ragionare sui dati, perché nel mondo professionale, in cui voi siete immersi, i dati sono tutto. L’Italia è un paese che ha bisogno di valorizzare di più la cultura scientifica e il sapere tecnico, a complemento del sapere umanistico, per creare figure rotonde, più complete, ispirate all’uomo vitruviano e ai grandi maestri come Leonardo da Vinci”.

L’evento di consegna dei diplomi è stato aperto dalla relazione introduttiva del Direttore del MIB, Vladimir Nanut, che ha presentato l’Executive Master in Insurance & Finance, uno dei prodotti di punta della Scuola di Trieste in ambito assicurativo: “Questo master, che si svolge a Milano, rappresenta ormai un punto di riferimento nazionale per la specializzazione dei migliori junior e middle manager delle imprese assicurative e quindi per la crescita stessa del settore. È stato creato e sviluppato in esclusiva per Allianz 10 anni fa e solo successivamente aperto agli altri gruppi. La presenza oggi dell’A.D. Campora è per questo particolarmente significativa e suggella per noi la continuità del percorso di collaborazione con Allianz, che anzi la Scuola intende rafforzare ulteriormente nel futuro”.

Il Master – prosegue la nota – viene scelto ogni anno “dai più importanti gruppi assicurativi italiani per la qualificazione delle risorse interne più promettenti, per le quali si prospetta un’importante crescita di carriera”. Oltre ad Allianz, Generali, Intesa Sanpaolo, Unipol, Poste Vita, Reale Mutua, ITAS (tra gli altri) hanno scelto questo percorso di alta formazione.

I profili che entrano in aula hanno una media di 35 anni di età e di 9 anni di esperienza professionale; sono in prevalenza uomini (62%) e provengono da diversi aree aziendali: compliance, finanza, risk, attuariato ma anche comunicazione, marketing e commerciale. L’Executive Master in Insurance & Finance – conclude la nota – “si affianca agli altri prodotti formativi di area assicurativa che caratterizzano l’offerta della Scuola di Trieste, oggi riconosciuta come uno dei più avanzati centri di formazione manageriale al mondo in area assicurazione / gestione del rischio”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
News

Wide Broker Market, l’evento firmato Wide Group per il confronto tra broker e partner assicurativi

Due tavole rotonde hanno caratterizzato l’appuntamento: la prima dedicata al ruolo degli…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Sara Assicurazioni e la rappresentanza Agenti del GAS (Gruppo Agenti Sara) siglano l’accordo dati e integrativo

L’intesa è stata siglata il 22 settembre alla presenza di Alberto Tosti, direttore generale di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Area Brokers Industria rileva il 100% di Mab

“L’operazione di acquisizione di MAB S.r.l. ci permette di aprire su una piazza strategica…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.