News

HDI Assicurazioni, utili e raccolta in rialzo nel 2017

HDI HiResLa compagnia assicurativa del gruppo Talanx chiude l’esercizio con un utile netto di 19,75 milioni di Euro (+33,6% sul dato 2016) ed un risultato ante imposte di 33,18 milioni (+15%). In significativo rialzo anche la raccolta premi: +33,3% a 1,41 miliardi, grazie alla forte spinta del comparto Vita (+46,6%). Combined ratio in miglioramento di oltre 0,8 p.p. a 94,96%

HDI Assicurazioni ha chiuso il bilancio dell’esercizio 2017 con un risultato netto di 19,75 milioni di Euro, in aumento di 4,97 milioni (+33,6%) rispetto ai 14,78 milioni di fine 2016. Positivo anche l’andamento per il risultato ante imposte, pari a 33,18 milioni ed in incremento complessivo di 4,34 milioni (+15%) rispetto ai 28,84 milioni del 2016. In particolare, l’utile ante imposte relativo ai rami Danni registra un incremento di 4,17 milioni (da 19,07 a 23,24 milioni), mentre l’utile ante imposte relativo ai rami Vita aumenta di 0,17 milioni (da 9,77 a 9,94).

Il ROE si attesta al 9% (3,6% nel Vita e 15,5% nel Danni), contro il 7% registrato nell’esercizio 2016 (4,1% nel Vita e 11,0% enl Danni).

Il patrimonio netto della compagnia del gruppo Talanx ammonta a 239,24 milioni di Euro, di cui 124,49 milioni collegati alle attività Vita e 114,75 riconducibili al comparto Danni. L’indicatore mostra un progresso di 13,15 milioni rispetto al patrimonio netto al 31 dicembre 2016, che era pari a 226,09 milioni (di cui 126,75 milioni Vita e 99,34 milioni Danni).

Andamento molto positivo per la raccolta premi complessiva del lavoro diretto, che si attesta a 1,41 miliardi di Euro, in crescita del 33,3% rispetto al precedente esercizio (1,06 miliardi).

I premi emessi dei rami Danni, pari a 386,99 milioni, aumentano del 7,5% rispetto ai 359,94 milioni del precedente esercizio, mentre i premi emessi Vita, pari a 1,02 miliardi, registrano un incremento del 46,6% rispetto ai 697,62 milioni del 2016. La composizione percentuale evidenzia conseguentemente una crescita dei rami Vita (rispetto al totale), dal 65,9% del 2016 al 72,7% del 2017, mentre i rami Danni decrescono dal 34,1% al 27,3%.

L’andamento tecnico dei rami Danni – lavoro diretto – presenta un dato in miglioramento rispetto all’esercizio precedente, con il combined ratio che diminuisce di oltre 0,8 punti percentuali, dal 95,8% del 2016 al 94,96% del 2017. Il rapporto sinistri a premi dell’esercizio è in discesa di 1,65 p.p. (dal 74,89% al 73,24%), mentre il rapporto sinistri a premi totale diminuisce di 2,48 p.p., passando dal 69,62% al 67,14%. Il rapporto costi registra invece un incremento di 1,64 p.p., passando dal 26,18% al 27,82%.

Gli investimenti (escludendo quelli a beneficio di assicurati dei rami Vita che ne sopportano il rischio e derivanti dalla gestione dei fondi pensione), ammontano a 5,11 miliardi di Euro e crescono di oltre 1,45 miliardi (+39,8%), rispetto ai 3.66 miliardi del 2016. Le riserve tecniche ammontano complessivamente a 5,42 miliardi di Euro, in crescita di oltre 1,6 miliardi rispetto ai 3,81 mliiardi di fine 2016.

Il numero dei punti vendita, infine, rimane sostanzialmente costante, contando 507 unità al 31 dicembre 2017 (508 nel 2016).

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Australia: le tempeste estive 2023-2024 hanno generato perdite assicurate per oltre 1,6 miliardi di dollari australiani

L’estate 2023-24 ha visto una serie di eventi meteorologici estremi lungo la costa orientale…
Leggi di più
EsteroNews

Marsh: le estorsioni informatiche hanno raggiunto livelli record in Usa e Canada nel 2023

La percentuale di clienti che nel 2023  ha segnalato almeno un evento informatico è variata tra il…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: la spesa sanitaria è arrivata a $4800 miliardi nel 2024

Rispetto al Pil la quota degli oneri per la salute è giunta al 17,3% nel 2022 e dovrebbe giungere…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.