News

GFT, risultati solidi nel primo trimestre 2018

Marika Lulay (2) Imc

Rispetto ai primi tre mesi del 2017, i ricavi del fornitore globale di soluzioni IT per il settore finanziario, bancario e assicurativo scendono del 4% a 106,99 milioni di Euro. Gli utili consolidati (EBITDA) crescono dell’1% ad oltre 10 milioni. Il Gruppo ha completato il riassetto della divisione Americas & UK e confermato le previsioni per il 2018

Il Gruppo GFT ha pubblicato i risultati relativi al primo trimestre 2018, periodo in cui si è registrata una crescente domanda di progetti basati su nuove tecnologie, quali DLT (Distributed Ledger Technologies) e blockchain, cloud, data analytics e intelligenza artificiale.

Di conseguenza, il Gruppo (fornitore globale di soluzioni IT per il settore finanziario, bancario e assicurativo) ha ottenuto una crescita dei ricavi, trimestre su trimestre, del 5% – attestandosi a 106,99 milioni di Euro – ed ha quasi raddoppiato gli utili (EBITDA) a 10,05 milioni. Rispetto al primo trimestre 2017 – che non era stato impattato dalla successiva riduzione costi di due clienti nel settore dell’investment banking – i ricavi dei primi tre mesi del nuovo esercizio sono diminuiti del 4%, mentre l’EBITDA è cresciuto dell’1%.

“Questo andamento positivo per il Gruppo GFT è stato supportato in particolare dal fondamentale riassetto della divisione Americas & UK – ha dichiara Marika Lulay (nella foto), CEO di GFT Technologies –. Espandendo in modo significativo il suo focus sulla tecnologia, la divisione è riuscita ad acquisire nuovi clienti nel Regno Unito e negli Stati Uniti”. Le misure di ristrutturazione concluse nel 2017 hanno portato a un forte incremento degli utili per la divisione Americas & UK. “Il nostro focus primario sulle nuove tecnologie, cruciali per i nostri clienti sia nel settore finanziario che in quello industriale, ci ha permesso di sfruttare le opportunità di crescita a lungo termine offerte dalla digitalizzazione”, ha aggiunto Lulay.

Per quanto riguarda l’andamento dei ricavi nelle divisioni di Gruppo, le attività Americas & UK sono state ancora impattate dalle citate misure di contenimento costi di due clienti nell’investiment banking. Di conseguenza, i ricavi in questa divisione sono diminuiti del 13%, attestandosi a 47,90 milioni di Euro (il dato rettificato mostra invece una crescita del 2%). Le attività Continental Europe hanno invece registrato una crescita dei ricavi del 5% a 58,98 milioni. L’andamento positivo, segnala GFT, è stata guidato principalmente dalla domanda di soluzioni per la digitalizzazione, basate sulle nuove tecnologie, da parte delle banche retail. Questa tendenza è stata particolarmente favorevole in Germania, mercato ha segnato una crescita dei ricavi del 21% a 15,97 milioni. Le più importanti direttrici di crescita nel Paese sono stati i progetti finalizzati alla modernizzazione dei sistemi core banking, “che permetteranno alle banche di predisporre, per il futuro, i loro sistemi IT esistenti in modalità altamente efficienti anche dal punto di vista dei costi”.

L’utile ante imposte (EBT) di Gruppo si è attestato vicino ai livelli dei primi tre mesi del 2017 (6,52 milioni di Euro contro 6,63 milioni). La divisione Americas & UK ha riportato l’indicatore in positivo, chiudendo il primo trimestre 2018 con utili EBT a 1,89 milioni (a fine marzo 2017 si era registrata una perdita di 2,29 milioni). L’andamento, segnala il Gruppo, è stato sostenuto, in particolare, “dal significativo miglioramento nell’utilizzo delle capacità della divisione ottenuto grazie al riassetto nell’anno finanziario 2017”.

A fine marzo 2018, il Gruppo contava un totale di 4.735 dipendenti, il 2% in meno rispetto al primo trimestre 2017 (4.833). Rispetto alla fine del 2017, l’organico è rimasto invece praticamente invariato (31 Dicembre 2017: 4.740). Nella divisione Americas & UK l’organico è diminuito del 9% a 1.169 dipendenti. Il calo, evidenziano da GFT, deriva principalmente dalle misure di ristrutturazione nel Regno Unito e negli Stati Uniti, che hanno impattato anche sui centri di sviluppo nearshore in Brasile e Polonia. L’organico nella divisione Continental Europe si è leggermente incrementato, passando da 3.425 a 3.447 dipendenti full-time-equivalent. In conseguenza del significativo incremento degli ordini, l’organico in Germania è cresciuto del 10% rispetto al primo trimestre 2017 (da 323 a 356 risorse).

Sulla base dei risultati ottenuti, il Gruppo ha confermato le sue previsioni per l’anno finanziario 2018. La società prevede ricavi racchiusi in una forchetta tra 400 e 420 milioni di Euro (418,81 milioni a fine 2017). GFT prevede che il completato riassetto della divisione Americas & UK e l’assenza di diverse voci speciali possano generare generino un significativo miglioramento degli utili EBITDA, portandoli almeno a 39 milioni di Euro (34,31 milioni nell’esercizio 2017) con utili EBT a 25 milioni (18,13 milioni a fine 2017).

Nella divisione Continental Europe, il Gruppo prevede che la crescita “sia rafforzata dall’offerta di nuove soluzioni nell’area dell’exponential banking e dal rinnovamento dei sistemi core banking. I driver di crescita trasversali alle divisioni includono progetti basati su DLT e blockchain, cloud, data analytics e intelligenza artificiale”. Allo stesso tempo, GFT prevede che proseguiranno anche le misure di contenimento costi dei due più grandi clienti nell’investment banking.

“Quest’anno il nostro chiaro obiettivo è quello di generare il 25 percento dei nostri ricavi consolidati con le nuove tecnologie”, ha spiegato la CEO Lulay –. Useremo l’anno finanziario corrente per espandere ulteriormente la nostra base clienti, sia con banche e assicurazioni, che con aziende nel settore industriale. Nel 2018, ci attendiamo di iniziare a conseguire ricavi da clienti industriali nell’ordine di valori a una cifra in milioni”.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Hong Kong: nel 2023 collocate polizze ‘per $7,6 miliardi a clienti della Cina continentale

Le vendite di polizze sono aumentate, sulla spinta della riapertura del confine continentale che ha…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: ai massimi l’assicurazione sui municipal bond

I due principali assicuratori, Assured Guaranty Municipal Corp. e Build America Mutual, hanno…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

USA: Truist Financial sul punto di vendere attività assicurativa valutata $15 miliardi

La vendita di Truist Insurance Holdings, sesto broker assicurativo degli Stati Uniti, servirebbe a…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.