News

The Hartford sigla un accordo per l’acquisizione dell’underwriter globale Navigators

The Hartford HiResL’operazione, dal valore di 2,1 miliardi di dollari, amplia e consolida l’offerta prodotti e la propensione al rischio nel segmento underwriting di The Hartford, che espande contestualmente la propria attività globale in campo assicurativo (inclusa una presenza consolidata ai Lloyd’s). La compagnia del Connecticut – specializzata in soluzioni dei rami Vita, nelle polizze collettive e nei fondi comuni di investimento – prevede inoltre per il 2020 un impatto significativo sulle entrate nette e sugli utili core

The Hartford ha siglato un accordo definitivo per l’acquisizione di tutte le azioni ordinarie in circolazione di The Navigators Group, underwriter globale specializzato. La transazione, dal valore di 2,1 miliardi di dollari, è stata approvata dai CdA delle due aziende ed è soggetta all’approvazione degli azionisti di Navigators, oltre che alle consuete condizioni di chiusura, incluse le autorizzazioni di legge. L’operazione dovrebbe essere perfezionata nel primo semestre del 2019.

“Annunciamo con entusiasmo l’acquisizione di Navigators che, siamo certi, consentirà di centrare i principali obiettivi strategici e finanziari della nostra azienda – ha dichiarato Christopher Swift, presidente e CEO di The Hartford –. L’operazione espande la nostra offerta prodotti e presenza geografica e apporta eccellenti capacità stabili e comprovate nel segmento underwriting e nell’industria, rafforzando al contempo la proposta di valore per gli agenti e i clienti di The Hartford. Guardiamo con ottimismo alle opportunità di crescita combinate e prevediamo rendimenti interessanti da questa acquisizione”.

Navigators è specializzata su scala globale nei comparti delle attività navali, edili ed energetiche, oltre che nelle assicurazioni ad eccesso per infortuni e surplus negli Stati Uniti. Oltre a una presenza consolidata presso i Lloyd’s, la società vanta inoltre operazioni di sottoscrizione in crescita in Europa, Asia e America Latina. Attualmente sono tre i segmenti di attività gestiti: U.S. Insurance (58% dei premi lordi sottoscritti nel 2017), International Insurance (29%) e Global Reinsurance (13%).

“Questa transazione – ha aggiunto Doug Elliot, presidente di The Hartford, ha aggiunto – riunisce due organizzazioni con culture di underwriting organizzate e un impegno condiviso verso l’innovazione, le performance finanziarie e l’individuazione e la conservazione di talenti d’eccellenza. Insieme usufruiremo di un’offerta di prodotti e servizi più completa grazie a una rete distributiva di livello impareggiabile frutto delle nostre capacità combinate nei segmenti dell’underwriting, dei risarcimenti e dell’ingegneria del rischio, il tutto migliorato dal solido marchio The Hartford”.

Navigators gestisce 22 uffici negli Stati Uniti ed altri otto nel resto del mondo (tra i quali uno anche a Milano). Conta circa 820 dipendenti a livello internazionale, di cui circa 600 negli Stati Uniti e 150 nel Regno Unito, che entreranno a far parte di The Hartford al momento del perfezionamento dell’operazione.

“Siamo entusiasti di portare a The Hartford le capacità delle linee di prodotti speciali targati Navigators – ha affermato Stanley A. Galanski, presidente e amministratore delegato di Navigators –. Entrando a far parte di The Hartford e sfruttando la forza economica e la qualità dei suoi prodotti assicurativi commerciali di base riusciremo a creare entusiasmanti opportunità per offrire maggior valore ai nostri broker e assicurati”.

Secondo The Hartford, compagnia del Connecticut specializzata in soluzioni dei rami Vita, nelle polizze collettive e nei fondi comuni di investimento, nel tempo l’acquisizione è destinata a generare un rendimento interessante. L’impatto dell’acquisizione sui risultati finanziari consolidati del 2019 e su quelli del 2020 di The Hartford dipenderà da numerosi fattori, come la tempistica della chiusura, la finalizzazione degli impatti contabili dell’acquisto, la determinazione dell’avviamento e di altre attività immateriali, i costi di integrazione e gli oneri relativi all’acquisizione, inclusi i costi di transazione e le variazioni delle riserve di perdita di Navigators o altre voci di bilancio.

L’acquisizione dovrebbe generare una riduzione immateriale delle entrate nette per il 2019 prima della valutazione dell’impatto dei relativi oneri, non ancora finalizzati. Escludendo gli oneri relativi all’acquisizione e i costi di integrazione, la società prevede un effetto immediatamente positivo dell’acquisizione per le entrate nette del 2019.

Per quanto riguarda l’esercizio 2020, la compagnia del Connecticut prevede che l’acquisizione incrementerà le entrate nette tra i 30 ed i 75 milioni di dollari, mentre gli utili core dovrebbero crescere di tra i 60 ed i 95 milioni di dollari. Queste cifre comprendono un contributo, da parte di Navigators, compreso tra 80 e 125 milioni di dollari per le entrate nette e da 110 a 145 milioni per i guadagni core, compensati da una contrazione di circa 50 milioni di dollari al netto delle imposte nel reddito di investimento netto di The Hartford, a seguito del contante utilizzato per finanziare l’acquisizione. Tutte queste stime sono preliminari e saranno aggiornate in base alle condizioni di mercato, ai business plan, ai risultati finanziari e ad altri sviluppi che si verificheranno tra il momento attuale e il perfezionamento dell’operazione.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: QBE vince in tribunale contro Generali Spagna

La disputa legale aveva per oggetto l’incidente di un superyacht che ha causato danni per 11…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Cina: verranno eliminati i limiti di proprietà degli assicuratori stranieri nelle società di gestione patrimoniale assicurativa

La Cina – riferisce Global Times – eliminerà i limiti alla proprietà delle società di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: aumento dell’utile di Aig nel secondo trimestre 2022

Il gruppo assicurativo ha deciso di rinviare la quotazione del suo business vita a causa delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.