News

Assimoco, raccolta e utile in calo dopo il primo semestre 2018

Assimoco HiRes HPDopo il primo semestre la compagnia registra una raccolta totale di 304,7 milioni di Euro (contro 350 milioni della semestrale 2017). In flessione anche utile dei rami Danni (da 14,13 milioni a 9,4 milioni) e dei rami Vita (da 6,1 a 3,1 milioni). In crescita le attività finanziarie gestite, che passato dai 3,62 miliardi della semestrale 2017 ai 3,75 miliardi a fine giugno 2018

Il CdA del Gruppo Assimoco ha recentemente approvato i dati economici del primo semestre 2018. La raccolta totale al 30 giugno 2018 scende a 304,7 milioni di Euro, rispetto ai 350 milioni registrati nella semestrale 2017, mentre salgono le attività finanziarie gestite, che passano dai 3,62 miliardi al 30 giugno 2017 ai 3,75 miliardi di fine primo semestre 2018. In contrazione sia l’utile del ramo Danni (da 14,13 a 9,4 milioni) che l’utile del ramo Vita (da 6,1 a 3,1 milioni).

“Il semestre appena concluso rappresenta per il Gruppo il punto di partenza verso il raggiungimento di obiettivi che ci vedono sempre più impegnati e presenti nel Terzo settore e consapevoli del nostro ruolo sociale – ha sottolineato il direttore generale Ruggero Frecchiami. Il Gruppo Assimoco, che quest’anno festeggia i 40 anni di attività a fianco del Movimento Cooperativo, è la prima compagnia assicurativa italiana ad aver ottenuto la certificazione B Corp”.

Nello scorso mese di maggio al Gruppo è stata infatti riconosciuta la certificazione di eccellenza B Corp. “A questo ambizioso traguardo – spiegano da Assimoco – la compagnia è giunta dopo la valutazione sociale e ambientale, uno standard globale, nonché uno strumento di confronto con oltre 70.000 aziende nel mondo che utilizzano questa analisi. Il processo di valutazione, complesso e articolato prende in considerazione le pratiche, le iniziative e i risultati ottenuti in cinque aree tematiche: governance, persone, comunità, ambiente e clienti”. Per affrontare il percorso di certificazione, il Gruppo si è avvalso della collaborazione di Nativa, country partner di B Lab per l’Italia, una delle aziende fondatrici del movimento B Corp in Europa.

Intermedia Channel

Articoli correlati
EsteroNews

Il governo tedesco valuta di aprire le porte all’impiego degli eFuel

Il Ministro Lindner ha chiesto a Blume Vw “supporti argomentativi” L’IEA (Agenzia…
Leggi di più
News

Aviva va veloce

Il gruppo assicurativo inglese ha infatti registrato un utile operativo di 829 milioni di sterline…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Lokky, l’insurtech italiana per PMI e freelance ha avviato una campagna di equity crowdfunding per attrarre nuovi investitori

Tra gli investitori c’è anche il fondo Azimut Eltif – Venture Capital ALIcrowd II Il…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.