News

Nuova produzione Vita collettive in aumento del 16,7% dopo i primi nove mesi del 2018

Raccolta premi Imc

Nel terzo trimestre 2018 la nuova produzione Vita relativa a polizze collettive delle imprese italiane ed extra-U.E. è stata pari a 767 milioni di Euro, ammontare in crescita del 17,3% rispetto allo stesso trimestre del 2017. Nei primi nove mesi dell’anno, segnala l’Ufficio Studi ANIA nell’ultimo ANIA Trends / Nuova produzione Vita, il volume di nuovi affari ha registrato un incremento del 19,2% rispetto all’analogo periodo del 2017, a fronte di un volume di nuovi affari pari a 2,5 miliardi.

Considerando anche i nuovi premi Vita del campione delle imprese U.E., pari a 127 milioni e in aumento del 14,5% rispetto a quanto raccolto nel terzo trimestre 2017, i nuovi affari Vita complessivi sono stati pari a 894 milioni (+16,9% rispetto allo stesso periodo del 2017), mentre da inizio anno hanno raggiunto quota 2,8 miliardi, il 16,7% in più rispetto all’analogo periodo del 2017.

Relativamente alle sole imprese italiane ed extra-UE, in merito alla tipologia dei prodotti, nel III trimestre 2018 il 70% della nuova produzione relativa a contratti collettivi è costituito da polizze tradizionali (ramo I e V). Nel dettaglio, 288 milioni fanno riferimento al ramo I che registra una flessione del 9% rispetto all’analogo periodo del 2017; i restanti 249 milioni sono costituiti da polizze di capitalizzazione (ramo V) che registrano invece una raccolta più che raddoppiata (+134,5%). Da gennaio i premi delle nuove polizze di ramo I hanno raggiunto quota 1,1 miliardi, il 6,6% in più rispetto ai primi nove mesi dell’anno precedente, mentre le polizze di ramo V sono state pari a 734 milioni, in incremento del 60%.

La parte rimanente (30%) è costituita quasi unicamente da nuovi premi collegati alla gestione di fondi pensione, per un ammontare pari a 226 mln, l’1,2% in meno rispetto all’analogo trimestre del 2017, raggiungendo così da inizio anno un ammontare pari a 608 milioni, in aumento del 7,7% rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Le polizze linked continuano a registrare anche nel III trimestre 2018 una scarsa commercializzazione, mentre le polizze malattia si attestano trimestralmente a poco più di 2 milioni, con un importo tuttavia pressoché raddoppiato rispetto allo stesso trimestre del 2017; da gennaio i nuovi premi di ramo IV hanno raggiunto un ammontare pari a 27 milioni, con un incremento annuo del 66,7%.

I nuovi premi delle forme di puro rischio sono stati pari a 86 milioni (l’11% della nuova produzione totale), ammontare in calo del 7,2% rispetto allo stesso trimestre del 2017, mentre da gennaio hanno raggiunto un importo di 378 milioni di Euro, il 6,2% in più rispetto al corrispondente periodo del 2017.

In merito ai canali distributivi, l’Ania ha osservato come nel terzo trimestre 2018 le agenzie in economia, che da sole rappresentano il 70% dell’intera raccolta (il 52% nel terzo trimestre 2017), abbiano registrato un importo in significativa crescita (+57,4%) rispetto all’analogo periodo del 2017, a differenza degli agenti, che hanno pressoché dimezzato il loro volume premi, con un peso che scende al 10% dell’intera nuova produzione Vita di polizze collettive. Da inizio anno le agenzie in economia hanno dunque raggiunto un ammontare premi pari a 1,4 miliardi di Euro, in aumento del 40,9% rispetto ai primi nove mesi dell’anno precedente, mentre gli agenti hanno osservato un calo del 32,1%, a fronte di un ammontare di 349 milioni.

Nel terzo trimestre 2018 gli sportelli bancari e postali hanno registrato un volume di nuovi affari in calo del 12,3% rispetto all’analogo trimestre del 2017 e una quota di mercato del 13% dell’intera nuova produzione; da inizio anno il canale ha raccolto un ammontare di 366 milioni, con una flessione del 6% rispetto all’analogo periodo del 2017.

Il volume di nuove polizze collettive intermediato dal canale altre forme (inclusi broker) ha rappresentato nel terzo trimestre 2018 il 6% della raccolta totale, a fronte di un ammontare ancora in crescita (+19,4%) rispetto al corrispondente trimestre del 2017; da gennaio il canale ha raggiunto un volume di nuovi affari pari a 316 milioni, raddoppiato rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Il canale consulenti finanziari abilitati, infine, ha registrato un volume di nuovi affari da inizio anno pari a 47 milioni, importo pressoché raddoppiato rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Intermedia Channel


ANIA – Statistica mensile sulla nuova produzione dei rami Vita – Settembre 2018

Articoli correlati
EsteroNews

USA: i grandi gruppi costituiscono compagnie captive per contenere i costi delle polizze D&O

Il Delaware modifica la propria legislazione per allargare l’operatività delle assicurazioni…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Tesla: botta e risposta tra Musk e gli assicuratori sui costi delle riparazioni

Secondo gli assicuratori sono troppo alti i costi delle parti di ricambio delle Tesla I…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Europa: il rischio di greenwashing deriva soprattutto dalla complessità della normativa

Insurance Europe contraria ad un regolamento per prevenire gli effetti “di facciata” sulla…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.