News

Il Gruppo Assimoco, in seguito all’emergenza coronavirus, prolunga lo smart working fino al 6 marzo

La prima Compagnia assicurativa italiana ad acquisire la qualifica di società Benefit ha adottato un elenco di provvedimenti per agevolare clienti, partner intermediari e collaboratori coinvolti dall’allarme nazionale dovuto alla diffusione del Covid-19

Assimoco logo

Milano, 4 marzo  2020 –  Assimoco, prima Compagnia assicurativa italiana ad acquisire la qualifica di società Benefit, ha prolungato fino al 6 marzo lo smart working per gli oltre 400 dipendenti della sede principale di Milano e per i Centri liquidazione sinistri di Brescia, Padova e Faenza. Anche questa settimana, quindi, le riunioni in agenda sono state confermate via Skype.

La Compagnia, inoltre, a supporto della clientela residente nei comuni posti in restrizione per il coronavirus, ha stabilito proroghe per i termini di pagamento previsti dal periodo di mora contrattuale per le polizze con quietanze in scadenza o scaduta per le polizze RCA, i prodotti rami elementari retail e aziende, e sospensione delle azioni di recupero per i prossimi 45 giorni. In relazione alle polizze vita sono previste facilitazioni nelle operazioni di riscatto e dilazioni nei pagamenti dei premi. Nel dettaglio, le agevolazioni sono destinate ai clienti residenti a Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano in Lombardia, Vo’ Euganeo in Veneto.

Tornando alle misure destinate aicollaboratori, il Gruppo Assimoco, oltre ad aver attivato lo smart working per gli oltre 400 collaboratori, della sede principale di Milano e dei Centri liquidazione sinistri di Brescia, Padova e Faenza, a partire da lunedì 24 febbraio e fino a venerdì prossimo, 6 marzo, ha fornito delle indicazioni pratiche per affrontare l’emergenza e tutelare la salute con costanza e tempestività, e tiene quotidianamente informati i collaboratori sull’evolversi della situazione. Evitare luoghi affollati come i mezzi pubblici, sebbene per questi ultimi non ci sia una prescrizione specifica nell’Ordinanza Regionale e nelle disposizioni Comunali, è una delle buone pratiche suggerite. Occorre evitare contatti ravvicinati con le altre persone e in caso di sintomi da raffreddore o influenza è necessario evitare la frequentazione di luoghi pubblici è un altro dei suggerimenti caldeggiati dalla Compagnia. La Direzione Risorse Umane del Gruppo Assimoco accoglie eventuali quesiti dei dipendenti sottoponendoli ai consulenti aziendali competenti.

 

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: il mercato della Cyber Insurance si sta aggiustando ma rimane “duro”

I forti aumenti tariffari stanno favorendo l’ingresso di nuovi operatori Nel quarto trimestre…
Leggi di più
EsteroNews

Usa: in Florida gli assicuratori preoccupati più dagli avvocati che dagli uragani

Dei $51 miliardi di risarcimenti pagati dalle compagnie nell’ultimo decennio il 71% è servito a…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Svizzera: inflazione peserà sui premi

La previsione è del Ceo di Helvetia Philipp Gmür L’inflazione, che ha subito…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.