News

Gruppo Vaudoise Assicurazioni : Eccellente risultato consolidato nel 2019 e aumento dei dividendi

• Utile consolidato netto di 134,0 milioni di franchi e risultato prima delle imposte di 148,5 milioni di franchi
• Cifra d’affari in aumento dello 0,7% a 1,14 miliardi di franchi
• Fondi propri in rialzo del 12,9% a oltre 2 miliardi di franchi
• Utile di 45.50 franchi per azione nominativa B
• Vaudoise Assicurazioni Holding SA: proposta di aumento dei dividendi 0.30 franchi per azione nominativa A e a 15 franchi per azione nominativa B
• Ridistribuzione di una parte dell’utile agli assicurati Non vita per un totale di 34 milioni di franchi, corrispondente a un ribasso del 10% dei premi per gli assicurati Veicoli a motore nel 2020-2021

 

Losanna, 25 marzo 2020 – Nel 2019 il Gruppo Vaudoise Assicurazioni ha realizzato un eccellente utile consolidato di 134,0 milioni di franchi, in aumento rispetto all’esercizio precedente (127,5 milioni di franchi). I fondi propri sono cresciuti del 12.9% e hanno infranto la soglia dei 2 miliardi.

Alla luce di questi ottimi risultati, il consiglio d’amministrazione proporrà all’assemblea generale ordinaria della Vaudoise Assicurazioni Holding Sa di aumentare il dividendo da 13 a 15 franchi per azione nominativa B. nel 2020 – 2021, la Vaudoise generale ridistribuirà dal canto suo ai clienti 34 milioni di franchi dei suoi utili.

Nel 2019, il Gruppo Vaudoise ha di nuovo realizzato un eccellente risultato grazie a una sinistralità controllata negli affari Non vita e a ottimi rendimenti degli investimenti. Ciò consente di aumentare di 2
franchi il dividendo delle azioni della Vaudoise Assicurazioni Holding e di rimunerare generosamente le quote sociali della Mutuelle Vaudoise.

Parallelamente, grazie alla forte evoluzione dei mercati borsistici i fondi propri hanno ormai superato i 2 miliardi di franchi. «Il 2019 è stato uno di quegli anni nella vita di un’azienda che consentono di gettare basi solide per preparare il decennio successivo e di affrontare le sfide con fiducia e serenità, come quella dettata dall’emergenza coronavirus», ha dichiarato Philippe Hebeisen, Direttore generale e CEO, il quale passerà il testimone a Jean-Daniel Laffely, attuale Direttore generale aggiunto, CFO e Direttore generale designato.

CRESCITA NEI SETTORI NON VITA

Nel 2019, la Vaudoise ha realizzato un eccellente risultato operativo, riconducibile essenzialmente a una crescita in praticamente tutti i settori assicurativi e a una sinistralità migliore rispetto all’esercizio precedente.

I premi lordi emessi degli affari diretti Non vita hanno fatto segnare una progressione del 3,7%, nettamente superiore al mercato, e si attestano a 929 milioni di franchi. Tutti i settori contribuiscono a questa crescita, sostenuta soprattutto nella Svizzera tedesca (+7,1%). Gli affari patrimoniali hanno fatto segnare un aumento dell’1,7%, in un mercato svizzero che cresce soltanto dello 0,9%, le assicurazioni di persone Non vita sono in rialzo del 7,0% e le assicurazioni Veicoli a motore, la branca più importante per la Vaudoise in termini di volume, progrediscono dello 1,2%.

Le assicurazioni Cose registrano invece un aumento del 3,5%, mentre nel settore Responsabilità civile si rileva un incremento dello 0,8%.

L’onere dei sinistri complessivo è in leggero rialzo, a fronte di una lieve diminuzione delle spese. Di conseguenza, la quota combinata raggiunge il 91,8%, contro il 92,1% nel 2018.

RISULTATO DEL PORTAFOGLIO DI ASSICURAZIONI VITA CONFORME ALLA STRATEGIA

In un contesto economico complesso sul mercato dei capitali e contrassegnato da tassi di interesse estremamente bassi, nel 2019 l’incasso dei premi lordi negli affari diretti della Vaudoise Vita si è attestato sui 188,3 milioni di franchi. Tale risultato è dovuto in primis al calo delle stipulazioni di affari a premi unici in conformità alla strategia improntata alla prudenza per quanto riguarda le assicurazioni a premi periodici e unici. L’esercizio in esame, come già quello precedente, non ha consentito di godere delle condizioni ideali per la commercializzazione di una tranche TrendValor. Il successo riscontrato da RythmoInvest, prodotto di risparmio vincolato a fondi di investimento con sicurezza progressiva, e la sua evoluzione hanno permesso di mantenere gli affari a premi periodici a livelli analoghi a quelli del 2018.

STRATEGIA DI INVESTIMENTO FAVOREVOLE

La politica di investimento degli attivi perseguita dal Gruppo, basata principalmente sui rendimenti stabili di prestiti obbligazionari e di mutui ipotecari, come pure sull’immobiliare, ha consentito di realizzare risultati positivi nel 2019, leggermente rafforzati da un investimento più dinamico sui rendimenti variabili e dalla possente evoluzione dei mercati azionari.

Il rendimento netto degli investimenti è pari al 2,5%, in rialzo rispetto all’esercizio precedente (2,1%). Il rendimento netto degli investimenti in valore di mercato è del 6,7%, contro lo 0,2% del 2018.
Nel corso del 2019, il volume degli investimenti della Vaudoise è aumentato di 184,3 milioni, e si attesta ora sui 7689,4 milioni. Al netto degli investimenti per conto e a rischio dello stipulante, si registra un’evoluzione positiva pari a 143,6 milioni di franchi a raggiungere i 7402,1 milioni di franchi.

Oltre alla gestione attiva dei suoi investimenti, il Gruppo Vaudoise, per il tramite delle sue filiali Berninvest AG e Vaudoise Investment Solutions SA, gestisce anche beni immobiliari per conto di terzi per un valore di 2215,3 milioni di franchi, in aumento di 172,0 milioni di franchi rispetto al 2018. La cifra d’affari integra, dal 2017, i risultati della Berninvest AG e della Vaudoise Investment Solutions SA, e dal 2019 quelli della Pittet Associés SA.

SOLIDITÀ FINANZIARIA: POTENZIAMENTO DEI FONDI PROPRI DEL 12,9%

I fondi propri del Gruppo, prima della ripartizione dell’utile, ammontano a oltre 2 miliardi di franchi, un incremento del 12,9% rispetto al 2018. Questo aumento si spiega in gran parte con le plusvalenze sui titoli a rendimento variabile e immobiliari attribuite direttamente ai capitali propri (riserva di rivalutazione). Il Gruppo Vaudoise Assicurazioni è quindi di nuovo stato in grado di rafforzare la sua base finanziaria e vanta una capacità di sopportare i rischi, misurata secondo il Test Svizzero di Solvibilità (TSS), molto superiore al livello richiesto.

PARTECIPAZIONE AGLI UTILI: RIBASSO DEL 10% SUI PREMI PER I CLIENTI VEICOLI A MOTORE

Conformemente alla strategia mutualistica perseguita dal Gruppo, dal 2011 la Vaudoise Generale procede a una ridistribuzione delle eccedenze Non vita agli assicurati sotto forma di ribasso sul premio, alternando tra assicurazioni Veicoli a motore ed RC/Cose. Visti gli eccellenti risultati 2019, nel 2020 –  2021 la Vaudoise Generale concederà uno sconto del 10%, questa volta ai titolari di assicurazioni Veicoli a motore, per un totale di 34 milioni di franchi. Nel complesso, questa strategia permetterà di ridistribuire oltre 220 milioni di franchi da qui al 30 giugno 2021.

VAUDOISE ASSICURAZIONI HOLDING SA: AUMENTO DEL DIVIDENDO

In occasione dell’Assemblea generale, il Consiglio d’amministrazione proporrà il versamento di un dividendo di 0.30 franchi per azione nominativa A (aumento di 5 centesimi) e di 15 franchi per azione
nominativa B (aumento di 2 franchi). Questa proposta di dividendi è la più alta nella storia del Gruppo. L’Assemblea si pronuncerà inoltre sul potenziamento del capitale proprio della Vaudoise Assicurazioni
Holding SA, vale a dire sull’attribuzione di 37 milioni di franchi alla riserva speciale.

Ai sensi dell’Ordinanza contro le retribuzioni abusive (OReSA), ilPresidente del Consiglio, gli amministratori e i membri del Comitato di remunerazione sono rieletti ogni anno individualmente dall’Assemblea generale. I sette membri del Consiglio si ripresentano nelle loro attuali funzioni: si tratta di Paul-André Sanglard (Presidente del Consiglio e amministratore), Chantal Balet Emery (amministratrice e membro del Comitato di remunerazione), Martin Albers (amministratore), Javier Fernandez-Cid (amministratore), Eftychia Fischer (amministratrice e membro del Comitato di remunerazione), Peter Kofmel (amministratore) e Jean-Philippe Rochat (amministratore e Presidente del Comitato di remunerazione).

Il Consiglio d’amministrazione ha deciso di proporre alle Assemblee generali 2020 della Vaudoise Assicurazioni Holding SA e della Mutuelle Vaudoise, Società Cooperativa, di eleggere due membri supplementari, ossia Philippe Hebeisen, CEO del Gruppo che lascerà le sue funzioni alla conclusione delle Assemblee generali, e Cédric Moret, Direttore generale della società informatica ELCA di Losanna.

Il Consiglio d’amministrazione proporrà inoltre all’Assemblea generale di rieleggere per un anno l’organo di revisione, la Ernst & Young SA di Losanna.

IMPEGNO A FAVORE DELLA SOSTENIBILITÀ

Il 2019 ha fatto segnare una svolta nella gestione degli attivi del Gruppo Vaudoise, con l’integrazione sistematica nella politica di investimento di considerazioni legate alla sostenibilità. Dal 18 dicembre 2019, la Vaudoise è firmataria dei principi delle Nazioni Unite per gli investimenti responsabili (UNPRI). A fine dicembre 2019, tale approccio riguardava già il 50% circa degli investimenti e un accento particolare era posto sull’integrazione dei criteri di sostenibilità con l’adozione di indici ESG, i quali assicurano il rispetto di principi ecologici, sociali e di buon governo nella gestione di azioni e obbligazioni. È stato altresì allestito un elenco delle aziende escluse a causa delle loro attività fortemente controverse.

L’integrazione di criteri ecologici, sociali e di buon governo è essenziale anche nella gestione del parco immobiliare del Gruppo. In tal senso, il 2019 è stato contrassegnato dall’adozione formale di una
politica di investimento sostenibile volta a ridurre l’impronta ecologica conformemente agli accordi internazionali stipulati dalla Confederazione svizzera.

PROSPETTIVE PER IL 2020

La pandemia di coronavirus che imperversa dall’inizio dell’anno avrà probabilmente un impatto importante sulla crescita mondiale e svizzera, come pure sui mercati finanziari. Le ripercussioni sono al momento difficilmente quantificabili in ambito assicurativo. Tenendo conto di questi effetti, crediamo che la nostra crescita nel settore Non vita sarà vicina allo zero. Continueremo a vegliare sul mantenimento della qualità delle stipulazioni e sull’evoluzione della sinistralità, che potrebbe soffrire per la crisi sanitaria. Secondo i principi della comunicazione omnicanale, inoltre, torneremo sul mercato del commercio digitale per le assicurazioni Veicoli a motore con una soluzione modulabile in base alle esigenze dei clienti.

Nel settore dell’assicurazione Vita, invece, ci attendiamo un proseguimento degli affari nella nostra nuova gamma di soluzioni RythmoInvest e infonderemo dinamismo alle soluzioni a premio unico in un contesto economico caratterizzato da multiple sfide.

Seguiremo le linee direttive della nostra strategia di investimento, orientandoci progressivamente verso criteri ambientali, sociali e di buon governo. L’evoluzione dei mercati finanziari ci ha condotti a mantenere a un livello elevato la qualità dei nostri investimenti obbligazionari, senza perdere nulla in materia di protezione di azioni e valute. La pandemia di coronavirus avrà verosimilmente un impatto anche sulle plusvalenze o sulle minusvalenze dei conti finanziari e dei fondi propri.

L’eccellente dotazione dei fondi propri consente al Gruppo di cogliere opportunità di investimento basate su modelli di affari innovativi. Nel 2019, la Vaudoise ha acquisito l’intero capitale azionario della Pittet Holding SA e degli azionisti di minoranza alla testa della Pittet Associés SA, società attiva nella consulenza attuariale, giuridica e finanziaria a istituzioni di previdenza e compagnie.

Il Consiglio d’amministrazione ha designato Jean-Daniel Laffely, attuale Direttore generale aggiunto e CFO, futuro CEO del Gruppo. Entrerà in funzione al termine dell’Assemblea generale della holding
e garantirà un passaggio di consegne all’insegna della continuità.

 

 

 

Articoli correlati
News

Matteo Carbone Ambasciatore nel mondo dell’Italian Insurtech Association

Milano, 7 aprile 2020 – L’Italian Insurtech Association (IIA), nata per accelerare…
Leggi di più
News

"Cigno nero" Covid-19: Mansutti propone un check aziendale gratuito

Lo storico broker assicurativo avvia una nuova iniziativa per supportare gratuitamente le imprese…
Leggi di più
News

Neosurance: raccolti 1,1 milioni di Euro da nuovi investitori

Milano, 3 Aprile 2020 – Neosurance Srl, broker e scale-up insurtech creata da Neosperience e…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.