In EvidenzaNews

Centinaia di studenti online per il Digital Live Talk sull’educazione finanziaria con UnipolSai e FEduF

Il COVID-19 non ferma il progetto i Casi della Vita, realizzato con la collaborazione di Cooperativa Pandora Onlus che ha coinvolto oltre 1.000 ragazzi nell’anno scolastico che sta per terminare. L’evento digitale è dedicato ai temi del rischio, della previdenza e alla finanza comportamentale

Bologna, 22 maggio 2020 – Oltre cento studenti parteciperanno lunedì 25 maggio al Digital Live Talk di FEduF e UnipolSai, tappa conclusiva del progetto “I Casi della Vita”, realizzato da UnipolSai con la collaborazione di Pandora Onlus. L’obiettivo è diffondere tra gli studenti delle scuole superiori un approccio valoriale all’uso del denaro, basato su responsabilità e legalità, una maggiore diffusione di conoscenze e competenze economiche di base e avvicinarli a temi quali l’uso consapevole del denaro, i concetti di rischio e mutualità, la progettualità e l’alfabetizzazione assicurativo/finanziaria.

Il Digital Live Talk è un live show in diretta streaming che consente, grazie alla capacità dei divulgatori scientifici di Taxi 1729, di affrontare con leggerezza riflessioni approfondite circa l’importanza di un’adeguata preparazione finanziaria oltre a un approccio razionale alle scelte economiche e ai principi della protezione assicurativa.
L’incontro digitale accompagna i ragazzi alla scoperta dei meccanismi consci e inconsci che influenzano le nostre scelte, soprattutto nei momenti di crisi, fornendo così un supporto utile, alla luce dei principi della finanza comportamentale, a evitare di incorrere in decisioni irrazionali o sbagliate.

Il recente rapporto PISA (Programme for International Student Assessment), promosso dall’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), boccia gli studenti italiani che, anche nell’ultima rilevazione, hanno mostrato vistose lacune nella conoscenza di concetti finanziari.
L’indagine evidenzia, in particolare, come i quindicenni italiani abbiano scarsa conoscenza e comprensione dei rischi finanziari e poche competenze per prendere decisioni efficaci nella vita di tutti i giorni. I nostri studenti sono sotto la media, avendo conseguito un punteggio medio di 474 punti contro i 505 della media OCSE.
La percentuale di studenti in grado di risolvere i problemi più difficili è meno della metà di quella registrata a livello medio OCSE (4,5% vs 10,5%). La cosa ancor più preoccupante è che circa il 20% non possiede le competenze minime necessarie per poter prendere decisioni finanziarie responsabili e ben informate.

“L’educazione finanziaria è un seme che va coltivato sin dai primi anni perché contribuisce a realizzarci come persone libere, responsabili, consapevoli, ci aiuta soprattutto a misurarci con i rischi e le difficoltà economiche che l’attuale emergenza porta con sé – sostiene Marisa Parmigiani Responsabile Sostenibilità del Gruppo UnipolInoltre fornisce agli studenti, con una modalità innovativa ma soprattutto vicina e divertente, delle utili competenze di ‘cittadinanza’ economica proprio per evitare che nozioni basilari per la vita di ciascuno siano lasciate alla buona volontà di apprendimento dei singoli, con i rischi dovuti alla crescita della complessità, della disinformazione, della manipolazione”.

“Dalla fotografia scattata dal report PISA si nota anche che i ragazzi più bravi nell’affrontare le tematiche finanziarie più complesse sono quelli che risiedono al Nord, in particolare nell’area del Nord Ovest dove l’85% degli studenti raggiunge almeno il Livello 2 – ha commentato Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della FEduFGrazie al sostegno di UnipolSai abbiamo offerto ai giovani studenti coinvolti nel progetto didattico I Casi della Vita un’ulteriore opportunità di sviluppo delle competenze di cittadinanza economica: conoscere i meccanismi che guidano le nostre scelte e le reazioni del nostro cervello di fronte a situazioni di rischio può infatti aiutarci ad affrontare in modo più consapevole le decisioni economiche delle vita , dall’uso del denaro alla protezione assicurativa.”

Articoli correlati
EsteroNews

Intelligenza artificiale: Aon identifica rischi e potenzialità per gli assicuratori

Si prevede che questa forma di sviluppo della tecnologia avrà un impatto su molti ambiti diversi…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i suggerimenti degli assicuratori per accelerare gli investimenti green

L’obiettivo è quello di favorire un flusso di nuovi investimenti per £100 miliardi Gli…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Iran: nonostante le sanzioni, Il petrolio viene esportato con assicurazione made in usa

Lo ha rilevato un’inchiesta del New York Times secondo cui almeno 27 petroliere del paese…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.