News

Grant Maxwell alla guida di AGCS Alternative Risk Transfer

Grant Maxwell è stato nominato Global Head of Alternative Risk Transfer di AGCS e riferirà al Chief Underwriting Officer Tony Buckle. Soluzioni non tradizionali di trasferimento del rischio, sempre più importanti per le multinazionali

Milano, 23 luglio 2020 – Con effetto immediato, Grant Maxwell è stato nominato Global Head of Alternative Risk Transfer di Allianz Global Corporate & Specialty SE (AGCS) e riferirà direttamente a Tony Buckle, membro del Consiglio di Amministrazione di AGCS e Chief Underwriting Officer Corporate. Dal febbraio 2019 Grant guida ad interim il team globale di Alternative Risk Transfer (ART). Questa linea di business fornisce soluzioni strutturate di (ri)assicurazione, comprese soluzioni di fronting su misura per le esigenze specifiche delle aziende.

Head of Underwriting & Portfolio Management di ART da maggio 2019, Grant (50) è entrato a far parte di AGCS nel marzo 2008 ed è stato Regional Head di ART per la Regional Unit London e dal febbraio 2010 anche Head of ART Deal Management. Prima di entrare in AGCS, ha ricoperto ruoli di senior underwriting presso XL Capital, Gerling e St Paul Re. In precedenza è stato consulente attuariale presso Tillinghast, un’unità di Willis Towers Watson. Maxwell si è laureato in matematica attuariale e statistica presso la Herriot-Watt University di Edimburgo, Scozia, ed è Fellow dell’Institute & Faculty of Actuaries.

OLTRE LE SOLUZIONI ASSICURATIVE TRADIZIONALI

ART è stata costituita in AGCS come business line a sé stante nel novembre 2019, operante nel segmento del trasferimento alternativo dei rischi insieme al ramo di attività Capital Solutions specializzato
in titoli insurance-linked per il trasferimento dei rischi assicurativi sui mercati dei capitali. ART è strutturata come una linea di business
globale, con team regionali al servizio di broker e clienti a livello locale, in grado di garantire al contempo il supporto di  esperti in
tutto il mondo. Nel 2019, ART ha generato premi lordi pari a circa 800 milioni di euro, incluso premi derivanti da attività di fronting.

Le soluzioni di ART vanno oltre i tradizionali prodotti Property & Casualty e possono aiutare le aziende in diversi modi, come
l’autofinanziamento del rischio atipico, il trasferimento di rischi non tradizionali o l’inserimento di più linee di copertura in un unico
contratto pluriennale. Questi prodotti sono particolarmente interessanti per le aziende che risentono della riduzione dei profitti dovuta ad eventi non materiali e diretti, come il fallimento di un fornitore in caso di interruzione dell’attività o a seguito di sinistri non tradizionali. Considerato che questo mercato è in piena espansione, gli esperti di AGCS hanno evidenziato cinque punti chiave nell’ambito di operatività di ART.

ART è inoltre specializzata nella fornitura di servizi strutturati di fronting globale e/o riassicurazione a programmi captive (autoassicurazione) per clienti large corporate, che eroga utilizzando le compagnie e i partner locali che compongono il network mondiale di Allianz.

Foto in copertina: Grant Maxwell

Articoli correlati
EsteroNews

Europa: gli agenti italiani primeggiano nella distribuzione dei rami danni

Gli agenti assicurativi italiani continuano a primeggiare in Europa nella distribuzione di polizze…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Blockchain sempre più popolare nel settore assicurativo

Negli ultimi 3 anni pubblicati 1456 brevetti che utilizzano questa tecnologia nelle forme di…
Leggi di più
EsteroNews

USA: cresce del 10% il costo della protezione contro le sparatorie di massa

L’aumento dei prezzi delle coperture assicurative conseguenza delle 309 stragi da armi da fuoco…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.