News

Utile in calo del 33% a settembre per Hannover Re

6 novembre 2020Hannover Re ha registrato una riduzione del 33,4% dell’utile netto del Gruppo nei primi nove mesi dell’anno a 667,8 milioni di euro, trainato dalle perdite nel comparto riassicurazione Danni/Infortuni (P&C).

L’utile netto del Gruppo è sceso a quasi 668 milioni di euro rispetto al miliardo di euro registrato nello stesso periodo del 2019, mentre il risultato operativo della compagnia è diminuito di oltre il 35%, anno su anno, a 902,9 milioni di euro.

Complessivamente, Hannover Re ha registrato premi lordi per 19,3 miliardi di euro per i primi nove mesi del 2020, che rappresenta una crescita di quasi l’11% rispetto ai 17,4 miliardi di euro dei primi nove mesi del 2019. I premi netti di competenza sono saliti del 9,6% a 15,8 miliardi di euro.

Complessivamente, Hannover Re ha annunciato una perdita di sottoscrizione di 439,2 milioni di euro per i primi nove mesi del 2020, a cui si aggiunge un calo dell’11% del reddito netto da investimenti a 1,2 miliardi di euro.

Finora, nel 2020, l’impatto della pandemia in corso COVID-19 ha intaccato la performance di Hannover Re nella riassicurazione P&C e, in misura minore, nella riassicurazione vita e malattia (L&H).

Nella riassicurazione P&C, Hannover Re ha annunciato che la spesa netta per grandi sinistri nei primi nove mesi è stata pari a 1,1 miliardi di euro, superiore all’importo preventivato di 975 milioni di euro. Del totale di 1,1 miliardi di euro, circa il 64%, pari a 700 milioni di euro, è attribuibile agli impatti legati a COVID-19. Inoltre, osserva il riassicuratore, le maggiori perdite nette nel terzo trimestre del 2020, oltre alla pandemia, hanno riguardato la tempesta di derecho negli Stati Uniti per 83,9 milioni di euro, l’uragano Laura negli Stati Uniti per 64,4 milioni di euro e l’esplosione del porto di Beirut per 67,4 milioni di euro.

A causa dell’elevato livello di sinistri, il segmento riassicurativo P&C di Hannover Re ha registrato una perdita di sottoscrizione di 145,8 milioni di euro e un combined ratio del 101,4% per i 9M 2020, a fronte di una plusvalenza di sottoscrizione di 125,4 milioni di euro e di un combined ratio del 98,6% per lo stesso periodo dell’anno precedente.

Nell’ambito della riassicurazione danni, i premi lordi contabilizzati sono aumentati del 14,5% rispetto all’anno precedente a 13,3 miliardi di euro, mentre i premi netti di competenza sono aumentati di oltre il 13% a 10,5 miliardi di euro.

Passando alle operazioni di riassicurazione L&H dell’azienda, il COVID-19 ha avuto un impatto negativo anche in questo caso per l’azienda nel 2020, anche se in misura minore rispetto alla riassicurazione P&C. L’onere totale associato alla pandemia alla fine di settembre 2020 ha raggiunto i 160 milioni di euro, con una sinistralità concreta di 91 milioni di euro. Hannover Re afferma che la maggior parte di questo è attribuibile ai pagamenti per malattie e decessi negli Stati Uniti.

I premi lordi contabilizzati della riassicurazione L&H sono aumentati del 3,6% a 5,9 miliardi di euro contro i 5,7 miliardi di euro dell’anno precedente, mentre i premi netti di competenza sono saliti a 5,3 miliardi di euro contro i 5,1 miliardi di euro dei 9M 2019.

Il contributo della riassicurazione L&H all’utile netto del Gruppo è diminuito del 26,4% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 296,6 milioni di euro, secondo Hannover Re.

Già in aprile, Hannover Re ha ritirato la sua profit guidance per il 2020 alla luce della pandemia di coronavirus COVID-19 in corso. Tuttavia, con la società ora in grado di stimare meglio gli impatti della pandemia, ha fornito una nuova profit guidance di oltre 800 milioni di euro per l’anno in corso, sulla base delle stime di perdita disponibili per COVID-19.

Il riassicuratore afferma di aver potuto beneficiare, nelle recenti tornate di rinnovi della riassicurazione P&C, di una maggiore domanda di copertura riassicurativa di alta qualità a prezzi e condizioni migliori. Aggiungendo che, grazie al prolungato ammorbidimento del mercato, prevede che questa tendenza continuerà sia per gli affari primari che per la riassicurazione.

In vista dell’importante stagione dei rinnovi del 1° gennaio 2021, Hannover Re afferma che prevede di registrare una maggiore raccolta premi e prezzi più elevati nella riassicurazione P&C. Per il 2021 il gruppo prevede un utile netto di Gruppo compreso tra 1,15 e 1,25 miliardi di euro.

Fonte: “Assinews.it”

Articoli correlati
News

Assicurazioni marittime: allarme crescente per il trasporto di macchine elettriche

Le navi non sono progettate per ridurre il pericolo di incendi causati dalle batterie al…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: Axa costituisce una business unit per il mercato private

Nella nuova unità saranno concentrati asset private per circa € 20 miliardi Il gruppo francese…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Russia: Zurich vende la sua società ai dipendenti ed esce dal mercato

La filiale ha una raccolta di appena 34 milioni con una quota di mercato dello 0,3 per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.