In EvidenzaNews

Ancora forte pressione per il mercato assicurativo nel 2021

26 novembre 2020 – Secondo un rapporto di Willis Tower Watson, il 2021 sarà un anno ancora difficile per il mercato assicurativo, caratterizzato da inasprimento delle coperture, incremento dei prezzi e forte riduzione della capacità di produzione. Tra i segmenti maggiormente in difficoltà, vengono segnalati il ramo danni, la responsabilità civile, la D&O e il cyber risk.

L’aumento dei prezzi riguarderà tutte le tipologie di rischio, ma sarà più accentuato per le polizze D&O (fino a +70%), RC professionale (tra il 5% e il 50%) e rischio informatico (tra il 20% e il 30%). Incrementi più contenuti, invece, vengono segnalati per la responsabilità civile (fino a +25%).

Il broker è maggiormente ottimista circa un aumento dei tassi più moderato e prevedibile già a partire dalla metà del prossimo anno, verso un nuovo equilibrio che dia maggiore certezza e protezione ai clienti contro i rischi e la volatilità del mercato.

Il rapporto di Willis Tower Watson segnala inoltre come molte compagnie abbiano annunciato l’introduzione di esclusioni specifiche riguardo al Covid-19, principalmente nei rami danni, RC e D&O, e al rischio informatico, in particolare nelle polizze di responsabilità civile e danni.

Fonte: “Assinews.it”

Articoli correlati
EsteroNews

Intelligenza artificiale: Aon identifica rischi e potenzialità per gli assicuratori

Si prevede che questa forma di sviluppo della tecnologia avrà un impatto su molti ambiti diversi…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i suggerimenti degli assicuratori per accelerare gli investimenti green

L’obiettivo è quello di favorire un flusso di nuovi investimenti per £100 miliardi Gli…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Iran: nonostante le sanzioni, Il petrolio viene esportato con assicurazione made in usa

Lo ha rilevato un’inchiesta del New York Times secondo cui almeno 27 petroliere del paese…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.