EsteroIn EvidenzaNews

Cina: maggiori aperture ad investimenti assicurativi dalla Ue con il Cai

Si aprono le porte per gli investimenti europei in Cina,  anche per asset assicurativi, con il Comprehensive Agreement on Investments (Cai) sottoscritto tra il paese  asiatico e l’Unione Europea (Eu). Lo segnala una lunga analisi di Business World sull’intesa economica raggiunta a fine anno dopo quasi sette anni di negoziati. L’accordo, che implica una maggiore liberalizzazione del mercato cinese, richiederà probabilmente un altro anno per entrare in vigore e comporterà una maggiore integrazione tra due delle maggiori aree economiche al mondo. 

Il valore totale delle fusioni e acquisizioni delle società dell’UE in Cina è ammontato a $ 71 miliardi negli ultimi tre decenni, molto inferiore ai 117 miliardi di dollari registrati nello stesso periodo dalle società americane, secondo i dati di Refinitiv.

L’agreement, in particolare, consente alle aziende europee di operare in Cina nel settore delle auto elettriche, dei servizi cloud di telecomunicazioni e di alcune attività legate al trasporto aereo e marittimo. Le stesse società potranno anche possedere unità nel settore automobilistico, molti servizi finanziari, ospedali privati, pubblicità, servizi immobiliari e ambientali.

La ripresa economica della Cina, in contrasto con la maggior parte delle principali economie che vacillano per effetto delle misure prese per contenere la pandemia, renderà il suo mercato più attraente per gli investitori dell’UE, ha sottolineato Alan Wang, partner dello studio legale Freshfields Bruckhaus Deringer.

Le aziende europee stanno già aumentandola loro presenza nel settore automobilistico e dei servizi finanziari, che la Cina aveva aperto prima dell’accordo. Le case automobilistiche BMW, Volkswagen e Daimler hanno avviato le iniziative per assumere il controllo delle loro joint venture in Cina, ha riferito Reuters. Anche assicuratori come AXA e Allianz hanno ottenuto l’approvazione per la piena proprietà delle loro unità cinesi. Lo scorso anno Amundi, il più grande gestore patrimoniale d’Europa, ha lanciato una società di asset management a Shanghai. Altri dovrebbero seguire l’esempio.

Articoli correlati
EsteroNews

Brasile: le alluvioni nel Rio Grande do Sul causano danni per $1,75 miliardi

La stima in un report di Aon che indica in circa 100milioni le perdite per gli assicuratori Le…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Francia: partnership strategica tra ABN Amro e BNP Paribas nelle polizze vita di fascia alta

La banca francese acquisirà la quota di ABN Amro in Neuflize vie, la partnership assicurativa…
Leggi di più
EsteroNews

Spagna: Saragozza impone l’assicurazione obbligatoria RC per i ciclisti

Il Consiglio comunale di Saragozza, in Spagna, ha annunciato di voler rendere obbligatoria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.