NewsSNA

IL «MOSS» scrive al presidente SNA

Roberto Salvi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Preg.mo Dott. CLAUDIO DEMOZZI Presidente SNA MILANO

Caro Presidente Demozzi,

non possiamo esimerci dal rispondere a quanto riportato su SNACHANNEL quale commento alla nascita del nostro Movimento.

Cercheremo di farlo in maniera “sintetica”, nella speranza di non annoiare quei Colleghi lettori, che preferirebbero trovare sull’Organo di Stampa del Sindacato, notizie su come affrontare quotidianamente la propria, sempre più difficile, attività di Agente.

Tutti i commenti, le interviste, gli editoriali si soffermano sulla inopportunità di creare un movimento di opinione e sugli scopi che esso si pone.

Intravediamo nelle parole riportate su SNA CHANNEL una sorta di diffida a non svolgere attività di supporto, informazione, aggiornamento a favore dei Colleghi Agenti! Praticamente una censura (preventiva) a chi crede nel Sindacato. Siamo contrari ad ogni forma di censura preventiva e rivendichiamo il diritto di esprimere, in assoluta libertà, le nostre idee politico-sindacali, senza restrizioni od intimidazioni. Le idee, le attività di divulgazione, d’informazione, di formazione e, quando necessario, anche di critica, non possono essere motivo di deferimento o di censura, ma dovrebbero essere stimolate, incentivate, nell’interesse superiore della Categoria.

La parte in grassetto riporta una tua pubblica comunicazione in riscontro ad una diffida da te ricevuta dal Presidente SNA di allora, in quanto, insieme ad altri Colleghi, avevi creato il Movimento di opinione “Intermediari Uniti”, peraltro mentre eri Componente dell’Esecutivo Nazionale.

E’ questa stessa comunicazione che facciamo nostra, in quanto esprime in maniera compiuta il diritto democratico di espressione.

Avevi ragione Tu allora, come la abbiamo noi ora.

L’unica differenza è che noi non attacchiamo il Presidente ma rivendichiamo il diritto di espressione, quello stesso diritto che in quegli stessi giorni Roberto Bianchi, con la medesima energia ma evidentemente con idee diverse, rivendicava, in una lettera aperta, citando addirittura la Costituzione Italiana e la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Noi non arriviamo a tanto, ci limitiamo semplicemente a riaffermare la volontà di contribuire all’attività di SNA a supporto degli Iscritti, così come abbiamo fatto con il questionario di EIOPA.

Ovviamente confermiamo la nostra totale disponibilità a confrontarci su fatti, su idee, e su progetti, e non sul nome del nostro Movimento.

Sorprende la fanciullesca ironia utilizzata sulla parola MOSS, soprattutto da chi, anni addietro, utilizzava nel proprio Movimento, la parola “uniti”, attaccando duramente la stessa unità del Sindacato.

Noi il Sindacato lo vogliamo unito, forte, efficace.
Pensa di più a questo, caro Claudio, e ci troverai sempre al Tuo fianco. Buon lavoro.

MOSS

Articoli correlati
News

L’inflazione non è un rischio importante per gli assicuratori, dice JP Morgan

L’aumento dell’inflazione non solo è gestibile, ma non rappresenta un rischio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: salta l’accordo da $2,7 miliardi raggiunto da Calpers sui piani long term care

Il 30% dei potenziali beneficiari no ha sottoscritto l’intesa facendo scattare la clausola di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Climate change: soltanto l’8% degli assicuratori preparati ad affrontarlo

Pubblicata survey di Capgemini-Efma sugli effetti del cambiamento climatico nell’industria delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.