EsteroIn EvidenzaNews

Corea del sud: gli assicuratori stanno abbandonando la copertura delle centrali a carbone

Quattro delle principali compagnie che rappresentano una capacità di 24,0 miliardi di sottoscrizione non garantiranno la costruzione e la gestione di nuovi progetti

In pericolo il completamento della centrale di Samcheok da 2,1 GW

Alcuni dei principali assicuratori di centrali elettriche a carbone in Corea del Sud, che rappresentano una capacità di 24,9 miliardi di dollari di sottoscrizione, non sono disposti a garantire né la costruzione né la gestione di nuovi progetti, secondo Solutions for Our Climate, un’organizzazione no profit con sede a Seoul.

DB Insurance, Hyundai Marine & Fire Insurance, Hanwha General Insurance e Hana Insurance, che rappresentano quasi la metà dei 52 miliardi di dollari di sottoscrizione del settore, hanno reso noti i loro piani alla campagna “Korean Beyond Coal”, che li ha resi noti pubblicamente.

I quattro assicuratori – riferisce il Coal International and Mining & Quarry World – non sosterranno né la costruzione né la gestione di nuove capacità a carbone, tra cui l’impianto Samcheok Blue Power da 2,1 GW, che sarà l’ultimo progetto a carbone del paese a seguito della promessa dell’attuale amministrazione Moon di eliminare gradualmente nuovo impianti alimentati da combustibili fossili.

 Samsung Fire & Marine Insurance detiene il più grande portafoglio di sottoscrizione del carbone della Corea del Sud con $ 13,26 miliardi di portafoglio, ed è seguito da DB Insurance con $ 10,56 miliardi. Hyundai Marine & Fire è al terzo posto con $ 9,38 miliardi, Hanwha General Insurance al sesto con $ 3,24 miliardi.

DB, che è stata la prima società sudcoreana a impegnarsi nel disinvestimento del carbone nel 2019, ha dichiarato che avrebbe preso in considerazione anche la possibilità di ritirare la copertura per le operazioni esistenti, mentre Samsung ha indicato che non avrebbe sottoscritto alcuna nuova centrale elettrica a carbone.

I dati IHS Markit mostrano che la Corea del Sud ha sette unità a carbone con una capacità combinata di 7,3 GW in costruzione.

La centrale elettrica di Samcheok, che consiste in due unità alimentate a carbone, è quella più a rischio e potrebbe subire ritardi nella messa in funzione perché gli sviluppatori del progetto devono ancora raccogliere almeno 1 miliardo di dollari in obbligazioni societarie per completare la sua costruzione. Inoltre il governo deve determinare il suo impatto ambientale. Se il progetto fosse ritenuto contro l’interesse pubblico ai sensi della legislazione che il governo del presidente Moon Jae-In sta elaborando, potrebbe essere annullato.

Oltre a Samcheok anche gli impianti #1 e #2 di Gangeung Anin potrebbero annullati, ma la loro fase di costruzione è già completata per oltre il 70%, mentre le restanti tre unità dovrebbero essere tutte attive quest’anno.

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Assicurazioni spaziali: dopo le perdite di 1,2-1,3 miliardi nel 2023 anche il nuovo anno è iniziato in rosso

Le tariffe delle coperture assicurative più che raddoppiate Il 2023 è stato un anno negativo…
Leggi di più
EsteroNews

USA: la sanità sarà al centro della prossima battaglia presidenziale

Se vince Trump milioni di americani potrebbero perdere la copertura sanitaria agevolata L’esito…
Leggi di più
EsteroNews

Cina: Ping An Bank finanzia Ping An Real Estate

Il malandato ramo immobiliare del gigante assicurativo riceverà una linea di credito di $1,1…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.