EsteroIn EvidenzaNews

Gara miliardaria tra Bezos, Musk e Branson per andare nello spazio

Il fondatore di Amazon ha annunciato per il 20 luglio il suo lancio ma non riesce a trovare una copertura assicurativa

Il boss di Amazon Jeff Bezos è in testa in una corsa spaziale miliardaria con Elon Musk e Richard Branson. L’obiettivo? Diventare – scrive The Sidney Morning Herald – il primo miliardario a viaggiare davvero tra le stelle. Quando Bezos verrà lanciato nello spazio il 20 luglio, il 52° anniversario dello sbarco sulla luna, si prevede che darà il via a una nuova era di “turismo spaziale” tra i ricchi del mondo, ma gli esperti affermano che la regolamentazione deve ancora reggere il passo. Finora sembra che nemmeno Bezos possa ottenere un’assicurazione di viaggio per il suo viaggio di 11 minuti.

Se non riesci a superare il rigoroso regime di selezione degli astronauti della NASA, essere una delle persone più ricche del mondo aiuta. “Sin da quando avevo cinque anni, sogno di viaggiare nello spazio”, ha detto Bezos in un post su Instagram che in precedenza aveva annunciato il suo viaggio per giugno. Porterà suo fratello Mark con sé a bordo del razzo a sei posti della sua compagnia Blue Origin mentre si lancia nello spazio, nel primo volo spaziale con equipaggio per Blue Origin, considerato il primo viaggio di turismo commerciale nello spazio. Blue Origin ha venduto all’asta un altro sedile di riserva per 28 milioni di dollari, promettendo uno sguardo straordinario sulla curvatura della Terra e circa quattro minuti per slacciarsi e godersi l’assenza di gravità. L’astrofisico dell’Australian National University Brad Tucker ha scherzato dicendo che quasi si aspetta di vedere Musk o Branson provare a comprare i posti liberi in offerta “solo per vederli vuoti”. La società di Bezos afferma che quasi 7600 persone provenienti da 159 paesi si sono registrate per partecipare all’asta.

Intanto un’apparente fuga di notizie dalla Virgin Galactic di Branson ha suggerito che Bezos potrebbe ancora essere battuto in orbita da un lancio di Branson del 4 luglio, ma Virgin, che si autodefinisce il primo “spaceliner” al mondo, da allora è stata piuttosto incerta sui tempi. Nel frattempo, Space X di Musk sta dominando l’industria spaziale (e in rapida privatizzazione), già trasportando gli astronauti della NASA nello spazio e ora avendo battuto Blue Origin per un contratto NASA da $ 2,9 miliardi di dollari per costruire la prossima piattaforma spaziale. Finora, Musk non ha manifestato l’intenzione di salire a bordo del primo volo interamente civile di SpaceX, programmato per il lancio in orbita per tre o quattro giorni entro la fine dell’anno.

Articoli correlati
News

L’inflazione non è un rischio importante per gli assicuratori, dice JP Morgan

L’aumento dell’inflazione non solo è gestibile, ma non rappresenta un rischio…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: salta l’accordo da $2,7 miliardi raggiunto da Calpers sui piani long term care

Il 30% dei potenziali beneficiari no ha sottoscritto l’intesa facendo scattare la clausola di…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Climate change: soltanto l’8% degli assicuratori preparati ad affrontarlo

Pubblicata survey di Capgemini-Efma sugli effetti del cambiamento climatico nell’industria delle…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.