EsteroIn EvidenzaNews

Corea: successione al vertice azionario di Samsung Life insurance

Il principale regolatore finanziario della Corea del Sud si appresta a decidere se le due figlie del defunto presidente del Samsung Group Lee Kun-hee, Lee Boo-jin e Lee Seo-hyun, sono qualificate per diventare principali azionisti di Samsung Assicurazione sulla vita.

Questa decisione – scrive The Korea Herald – dovrebbe andare a loro favore, hanno riferito fonti vicine al dossier.

La Commissione dei servizi finanziari (FSC) deve  appunto decidere  se confermare la domanda dei membri della famiglia per il cambio del maggiore azionista di Samsung Life Insurance, che è stata presentata il 26 aprile.

La famiglia aveva riferito all’FSC di aver suddiviso la quota del 20,76% del defunto capo nell’assicuratore sulla vita, con il figlio maggiore, Jae-yong, che possiede una quota del 10,44%.

La seconda figlia Boo-jin e la più giovane Seo-hyun hanno ricevuto rispettivamente il 6,92 percento e il 3,46%, secondo il documento della società rilasciato il 30 aprile.

In base alle normative vigenti, i principali azionisti di una società che ereditano una grande quantità di azioni dovrebbero superare la valutazione di ammissibilità dell’FSC, per mantenere il proprio status di azionista di maggioranza. Boo-jin e Seo-hyun “non sono mai state giudicate colpevoli di violazioni dei regolamenti finanziari della nazione e degli atti di commercio equo o soggette a sanzioni fiscali”, ha detto un funzionario dell’FSC.

Le revisioni delle qualifiche per Jae-yong, il maggiore azionista individuale di Samsung Life Insurance, si terranno separatamente entro la fine dell’anno, ha aggiunto il funzionario.  Attualmente detiene anche una quota dello 0,7 percento in Samsung Electronics e una partecipazione del 17,97 percento in Samsung C&T.

Il defunto presidente di Samsung, che ha costruito il più grande conglomerato del paese, è morto nell’ottobre dello scorso anno all’età di 78 anni, più di sei anni dopo essere stato ricoverato in ospedale per un infarto nel 2014. Deteneva una quota del 4,18% in Samsung Electronics e il 2,88% in Samsung C&T . Ha lasciato un patrimonio per oltre 22 trilioni di won (19 miliardi di dollari), comprese azioni stimate in circa 19 trilioni di won.

Articoli correlati
In EvidenzaNews

Banche e assicurazioni italiane virtuose nel rapporto digitale con i clienti

L’80% delle banche e delle assicurazioni italiane afferma di essere in grado di riconoscere i…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Polizza a tutela degli acquirenti di immobili: un provvedimento atteso da 17 anni

Grande partecipazione al convegno “Decreto 154/22, nuova polizza di assicurazione per il mondo…
Leggi di più
Il MegafonoIn EvidenzaNews

I paradossi di Solvency II: Esopo ed il lapse risk degli assicuratori

Riccardo Sabbatini Come se la caverebbe il povero Esopo alle prese con Solvency II? Nella favola…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.