In EvidenzaNewsThe Future of Insurance

La scomparsa della assicurazione tradizionale. Il futuro nelle Compagnie Multispecialty

Marco Contini

Rendersi conto per tempo che stiamo assistendo, in qualche caso anche passivamente , ad una radicale trasformazione del settore assicurativo è molto importante per chi da questa trasformazione ne trarrà un beneficio cavalcandone il mutamento.

L’assicurazione , e parlo principalmente di quella Rca ( Ramo 10 ) sta diventando una commodity, quindi un bene richiesto ma non caratterizzato più da specifiche qualità di chi lo produce.

Il rischio di scomparsa del settore assicurativo da come oggi lo conosciamo ( e se tale rimarrà nella sua immutabilità ) è quindi , potenzialmente , molto alto.

La vendita infatti di servizi intangibili e non distinguibili e con peculiari caratteristiche, su qualsiasi mercato , potrebbe addirittura portare alla scomparsa dello stesso.

Potenzialmente e secondo la mia chiave di lettura il mondo assicurativo è già destinato a percorrere questa strada . Le assicurazioni diventeranno “Trasparenti” tra non molto. In pratica ci assicureremo in maniera diversa da come sta accadendo oggi. La tecnologia sta rendendo tutto molto più veloce ed automatico e cosi sarà anche per le assicurazioni . Quello che oggi il cliente ricerca è il servizio , teso a soddisfare le proprie esigenze.

In termini assicurativi , traducendo il concetto, il cliente cercherà di soddisfare il proprio bisogno di sicurezza non più nella maniera tradizionale odierna ( sistema complesso nella procedura e nella interpretazione delle norme alla base delle polizze, con prodotti non sempre chiari e soddisfacenti le esigenze del cliente ) ma cercherà di acquistare con modalità trasparenti e tecnologiche servizi anche di breve durata ( assicurarsi per un certo periodo temporale e pagare solo per il tempo in cui secondo la nostra visione abbiamo usufruito del servizio richiesto ) che possano dare anche dei ritorni ( cashback ) in caso di non accadimento sinistroso il tutto monitorato in tempo reale da sistemi Iot che a loro volta continueranno a generare proposte di servizi calibrate , tramite i Big data , sulla profilazione massima e sistemica del cliente . Tutto questo passerà anche da una maggiore specializzazione delle reti di vendita ( che dovranno necessariamente cambiare con il cambio delle esigenze di richiesta dei bisogni )

Questa esigenza e necessità di assicurarsi si completa nel nostro mercato assicurativo che è l’ottavo per dimensioni a livello mondiale ma il più sottoassicurato d’Europa, con un bacino di utenze non soddisfatte , sia in campo Corporate che in campo Retail enorme e quindi molto appetibile dal punto di vista del business e con potenziali di crescita altissimi.

Se la polizza Rca sta diventando una commodity a basso rendimento ci si dovrà spostare su tutto il business non obbligatorio in campo Retail ma soprattutto in campo Corporate.

Il futuro sarà quindi delle Compagnie Multispecialty, quelle che riusciranno a specializzarsi in business verticali , anche più di uno , e nel contempo produrre prodotti ( servizi ) tecnologici, fruibili, acquistabili temporalmente e che possano essere monitorati con le nuove tecnologie tanto da poter trasformare l’attività di sottoscrizione del rischio e di definizione dello stesso in un momento continuo dove la fissazione del prezzo ( premio ) della polizza sia modificabile nel tempo in base alla evoluzione positiva o anche negativa del rischio.

Non avremo più la metodologia attuale dove il rischio fissato al momento della stipula della polizza permane per il periodo di sottoscrizione della stessa, qualunque sia la polizza, ma assisteremo ad un monitoraggio del rischio ed a una evoluzione del prezzo della copertura . Non è fantascienza. È il futuro dell’assicurazione che scardina i modelli tradizionali e cambierà il settore.

Avremo quindi Compagnie assicurative mono ramo ( cauzioni, grandine, tutela legale, cessione del quinto, medmal, welfare, cyber ) o con più rami verticali ultra specializzati non solo nella creazione dei prodotti e nella loro vendita ( tramite reti anche fisiche più specializzate nella consulenza e più preparate a definire i bisogni degli utenti ) ma anche capaci di modalità di gestione della liquidazione dei sinistri inglobati in parte con tecnologie Blockchain per dare velocità e trasparenza al servizio di cui si sta dicendo. Nel contempo a questo cambio di paradigma si moltiplicheranno le Mga ( Managing General Agent) come modelli di gestione , distribuzione e veicolazione di questi business specializzati che intercetteranno le esigenze della utenza.

Quindi le Compagnie di Assicurazione, che da sempre hanno basato il loro business sull’analisi del rischio, dovranno cominciare a rischiare di nuovo . Dovranno essere degli abili abilitatori di potenziali concorrenti per non essere escluse dai mercati che sono in divenire e dovranno gestire in maniera del tutto diversa  i dati profilati della clientela per rappresentare realmente il cliente ed i suoi bisogni.

Avremo un mondo nuovo dove tutto sarà assicurato e le persone si abitueranno a vedere la assicurazione non più nel modello ( odierno e falsato ) di un qualcosa di astruso e non necessario altresi di utile e soddisfacente le quotidiane esigenze , il tutto in maniera trasparente , utile e soprattutto più credibile.

a cura di Marco Contini

Articoli correlati
EsteroNews

Germania: mercato della pet insurance in forte crescita

Raggiungerà i $2,65 miliardi nel 2030 con una crescita annua del 14,6 per cento secondo un rapporto…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Bermuda: Partner Re registra una perdita di $539 milioni nel primo trimestre 2022

L’utile operativo cresce invece da 42 a 174 milioni di dollari Il riassicuratore vanta un…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Trend: protection-gap salirà a $ 1800 miliardi nel 2025

Secondo un report di PWC l’Asia-Pacifico sarà l’area più insicura del pianeta L’industria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.