In EvidenzaNews

Emergenza maltempo: picco di vendite nei mesi estivi delle garanzie eventi naturali

L’estate 2021 è stata caratterizzata da episodi metereologici eccezionali e violente grandinate che hanno colpito in particolare alcune regioni del Nord Italia, tra cui Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna.

Tra le principali conseguenze di questi eventi atmosferici, oltre ai danni alla produzione agricola, alle infrastrutture e ai disagi al traffico, sono le carrozzerie ammaccate e i parabrezza frantumati a preoccupare i cittadini italiani.

Segugio.it ha svolto un’analisi per approfondire la diffusione e il costo della garanzia Eventi Naturali che, in aggiunta alla Rc Auto, indennizza i danni causati al veicolo da eventi atmosferici come la grandine, ma anche tempeste, trombe d’aria, frane o alluvioni, a seconda delle specifiche della compagnia.

Come si può notare dalla Tabella 1, la penetrazione media ad Agosto 2021 è stata del 7,6%, ma la situazione varia notevolmente tra Regioni. Al Sud, dove questi fenomeni atmosferici sono più rari, la percentuale è molto più bassa, circa lo 0,6% in Campania e l’1,8% in Calabria, Puglia e Sicilia. Molto diversa la situazione in Regioni quali Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, dove le grandinate avvengono più sovente e la garanzia Eventi Naturali viene acquistata da oltre l’11% degli automobilisti.

Di conseguenza anche il premio medio varia molto a seconda della Regione di provenienza dell’assicurato. Infatti, partendo da una media ad Agosto 2021 di 86,1€, si arriva a massimi di 138,7€ e 94,9€ rispettivamente in Piemonte e Lombardia e a minimi di 46,6€ e 47€ in Valle d’Aosta e Lazio.

Oltre alle differenze sul territorio italiano del prezzo e della diffusione della garanzia, il fenomeno più interessante è rappresentato dai picchi di penetrazione nei mesi estivi mostrati nel Grafico 1. Prendendo in considerazione l’Osservatorio di Segugio.it negli ultimi 13 mesi, si nota come vi siano più assicurati propensi a stipulare la garanzia Eventi Naturali nei mesi estivi, quando la penetrazione arriva anche all’8%, per poi scendere negli altri mesi intorno al 6,3%, arrivando fino ad un minimo del 5,9% nel mese di Maggio 2021.

L’attenzione mediatica dedicata a questo fenomeno ha inciso non poco nel sensibilizzare gli automobilisti al rischio al quale sono esposti i propri mezzi. Tuttavia, essendo la polizza auto tipicamente di durata annuale, è importante che anche chi si assicura nei mesi in cui il problema è meno sentito si ricordi, se lo ritiene opportuno, di tutelarsi per non esporsi a sgradite sorprese nel periodo estivo.

Articoli correlati
EsteroNews

Germania: mercato della pet insurance in forte crescita

Raggiungerà i $2,65 miliardi nel 2030 con una crescita annua del 14,6 per cento secondo un rapporto…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Bermuda: Partner Re registra una perdita di $539 milioni nel primo trimestre 2022

L’utile operativo cresce invece da 42 a 174 milioni di dollari Il riassicuratore vanta un…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Trend: protection-gap salirà a $ 1800 miliardi nel 2025

Secondo un report di PWC l’Asia-Pacifico sarà l’area più insicura del pianeta L’industria…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.