EsteroNews

Cina: nel 2021 Ping An ha ridotto la sua capitalizzazione di borsa di $90 miliardi

Ping An Insurance ha a lungo sostenuto che dovrebbe essere trattata come un’azienda tecnologica in forte crescita invece che come un venditore di polizze vita. Dopo un crollo di 90 miliardi di dollari nel suo valore di mercato, ora ha un prezzo più simile a quello di uno sviluppatore immobiliare nel momento in cui il settore immobiliare del paese è in disgrazia”. Inizia così una lunga analisi che The Business Times ha dedicato al gigante dell’assicurazione cinese. Il crollo delle azioni del 40% di quest’anno – scrive il giornale – ha ridotto il suo rapporto prezzo/utili a poco sopra il 6, poco più del multiplo di 5,7 dell’indice property della Borsa di Shanghai e molto lontano dagli oltre 20 dei gruppi assicurativi concorrenti Berkshire Hathaway e AIA Group. Si è giunti a tutto questo a causa di un investimento immobiliare fallito, della repressione tecnologica di Pechino che ha colpito il valore dei suoi spin-off e da un crollo del business della vita.

Il modello di business di Ping An si basa sull’investimento in piattaforme online come il sito di assistenza sanitaria Good Doctor e Autohome per attirare clienti per le sue polizze e prodotti di gestione patrimoniale. Questi utenti forniscono dati per ottimizzare l’attività assicurativa di Ping An e generare entrate che poi si riversano in altri settori di attività. Ma attualmente il business vita è in difficoltà e un investimento multimiliardario in China Fortune Land Development ha sollevato preoccupazioni sull’esposizione di Ping An ad altri sviluppatori immobiliari.

“La tecnologia è stata un ottimo punto di forza per Ping An negli ultimi anni, ma potrebbe aver perso la sua brillantezza – ha affermato Steven Lam, un analista con sede a Hong Kong di Bloomberg Intelligencemolti investitori internazionali sono ora allergici alle incertezze del mercato cinese”.

Nonostante tutto il suo successo con la tecnologia, compresi i chatbot e l’intelligenza artificiale che liquidano le richieste di risarcimento dell’assicurazione auto in pochi minuti, la pandemia e l’invecchiamento della popolazione hanno eroso la volontà dei consumatori di impegnarsi in polizze vita a lungo termine.

Ping An ha affermato che il mercato non comprende appieno i suoi sforzi per riformare l’assicurazione sulla vita, citando i recenti riacquisti di azioni come segno di fiducia del management. “Le fluttuazioni del prezzo delle azioni sono temporanee, ma la strategia di Ping An è chiara, le sue finanze prudenti e gli affari stabili”, ha detto la società in risposta alle domande di Bloomberg News.

Le conseguenze di un giro di vite delle autorità cinesi sugli sviluppatori cinesi altamente indebitati si è già riflesso nei risultati di Ping An, con danni a China Fortune che hanno cancellato 20,8 miliardi di yuan (4,36 miliardi di dollari) dai guadagni del primo semestre. L’assicuratore ha speso 2 miliardi di dollari per una quota del 20% nel 2018 e ora possiede il 25% di una società che è diventata il primo sviluppatore cinese a fallire da quando Pechino ha rafforzato i controlli lo scorso anno. La maggiore vigilanza sul settore immobiliare sta aumentando i rischi su una classe di asset a lungo ricercata dagli assicuratori per abbinarvi le loro passività a lungo termine.

“Ping An ha una certa esposizione immobiliare ed è difficile da valutare per il mercato”, ha affermato Zhang Qingyun, vicedirettore generale di China Vision Capital Management, un fondo privato con sede a Pechino.

Gli investimenti immobiliari di Ping An sono oggetto di indagine da parte della China Banking and Insurance Regulatory Commission, secondo quanto riportato da Reuters ad agosto. In risposta, la società ha affermato di aver seguito rigorosamente le regole, aggiungendo che un’indagine sugli investimenti immobiliari “non aveva basi fattuali”.

Leggi anche https://www.intermediachannel.it/2021/10/07/cina-ping-an-valuta-la-vendita-dellattivita-vita-di-founder-group/

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Il terremoto al vertice di Credit Suisse coinvolge anche Helvetia

Il nuovo presidente Axel Lehman non sarà più presidente della compagnia svizzera L’effetto…
Leggi di più
EsteroNews

GB: migliaia di automobilisti privi di copertura rc auto per il fallimento di MCE Insurance

Sono a rischio ben 105 mila polizze assicurative Migliaia di automobilisti inglesi &#8211…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Cyber, business interruption e disastri naturali sono i primi tre rischi globali secondo l’11° Allianz Barometer

In crescita i rischi legati al cambiamento climatico mentre scende la percezione di allarme causata…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.