EsteroIn EvidenzaNews

Trend: i riassicuratori sopportano perdite catastrofali superiori ai loro budget per il quinto anno consecutivo

I 21 principali player hanno comunque riserve di capitale sufficienti a fronteggiare un evento straordinario con perdite fino a $ 250 miliardi

Se un evento di inusitata gravità causasse perdite superiori a 250 miliardi di dollari a tutto il settore assicurativo mondiale, 13 dei 21 principali riassicuratori globali manterrebbero ugualmente la loro capacità di pagare i sinistri. Lo sottolinea un report di S&P Global Ratings secondo cui l’adeguatezza patrimoniale molto forte dei riassicuratori globali continua a fornire loro un sufficiente cuscinetto di garanzia nonostante il fatto che il 2021 si avvii a divenire il quinto anno consecutivo di perdite da catastrofi naturali pari o superiori alle aspettative dei loro budget. Un bilancio su cui hanno pesato più di 20 miliardi di dollari per le perdite assicurate legate alla covid-19 negli ultimi 18 mesi.

“Il settore rimane resistente agli eventi estremi grazie al suo robusto capitale”, ha spiegato l’agenzia di rating, anche se la volatilità dei guadagni potrebbe essere più alta, dato che il capitale alternativo per retrocedere i picchi di rischio è divenuto più costoso. Il miglioramento dei prezzi ha portato a divergenti strategie tra i riassicuratori, con alcuni che aumentano la loro propensione al rischio catastrofale e altri che mantengono una posizione difensiva. S&P prevede che, nel prossimi rinnovi della stagione 2022, i prezzi della riassicurazione dei rami property aumenteranno in reazione alle perdite elevate del 2021.

“Nel complesso, i prezzi della riassicurazione sono aumentati negli ultimi due anni, ma a un ritmo decelerato. Mentre alcuni riassicuratori stanno aumentando le loro quote di mercato, assumendo un maggior rischio di catastrofi e facendo leva sui loro veicoli di capitale alternativi, altri stanno riducendo la loro propensione al rischio per le catastrofi naturali, data la volatilità intrinseca di questa linea di business. Ci aspettiamo che questo divario aumenti nei prossimi rinnovi del 2022”.

L’anno scorso, i primi 21 riassicuratori mondiali avevano preventivato perdite per circa 12,5 miliardi di dollari mentre, alla fine, hanno contabilizzato perdite per 14 miliardi pari al 15% delle perdite catastrofiche assicurate totali del settore (81 miliardi).

Leggi anche https://www.intermediachannel.it/2021/05/18/trend-le-perdite-assicurative-per-le-catastrofi-naturali-potrebbero-raggiungere-i-100-miliardi-nel-2021/

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Insurtech Zego si espande in Europa puntando sul mercato delle flotte auto

E’ un business che vale £ 20 miliardi La società avvierà l’attività nei Paesi Bassi e…
Leggi di più
EsteroNews

Francia: l’insurtech Luko acquisirà la e tedesca Coya

L’insurtech francese Luko – scrive Bestwire – ha acquisito l’assicuratore…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Le leggi antitrust ostacolano il boicottaggio del carbone da parte degli assicuratori

L’impegno vincolante ad abbandonare l’assicurazione del carbone per partecipare alla Net Zero…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.