News

Tra i professionisti continua a crescere il ricorso al noleggio auto

L’auto resta al centro della mobilità dei professionisti e del cosiddetto popolo delle partite IVA. SUV e Station Wagon sono in cima alle loro preferenze. La formula del noleggio veicoli è sempre più conosciuta e apprezzata anche da questo segmento di mercato e conquista quote crescenti, a scapito della proprietà.

Sono questi i principali risultati del sondaggio “Che viaggiatore sei?”, promosso dal portale www.nlt.market, l’aggregatore di offerte di noleggio a lungo e medio termine rivolto a privati e partite Iva e realizzato da Sumo Publishing (editore della rivista Fleet Magazine).

L’indagine, avviata con l’obiettivo di verificare sul campo la popolarità e notorietà della formula del noleggio, è stato effettuato on-line su un campione di 849 utenti.

L’analisi conferma una volta di più la centralità dell’auto nelle scelte di mobilità degli italiani con l’82% del campione intervistato che dichiara di utilizzarla tutti i giorni e il 14% almeno una volta alla settimana.

La pandemia ha sicuramente frenato gli spostamenti e anche adesso, l’impatto è evidente: quasi la metà dei rispondenti (48%) percorre quotidianamente meno di 50 km nelle 24 ore, mentre solo il 21% se ne lascia alle spalle oltre 100 km al giorno.

Complice l’uso per necessità lavorative e di rappresentanza e la possibilità di dedurre (seppur in forma limitata) alcune spese, i professionisti sono da sempre tra i maggiori acquirenti diretti o indiretti (tramite noleggio) delle vetture di segmento più alto.

Lo conferma una volta di più questo sondaggio: tra i veicoli preferiti spiccano i SUV (utilizzati dal 33% del campione), seguiti dalle station wagon, poi dalle berline e, ultime, dalle citycar. Tra le formule di acquisizione della vettura, a contendersi il campo sono invece la proprietà dell’auto, scelta dal 69% del campione, e il noleggio, utilizzato dal 29% degli intervistati. L’auto in sharing, invece, si ferma appena sotto il 2%.

La popolarità del noleggio a breve-medio- lungo termine è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni. Non a caso, l’84% del campione segnala che, in passato, ha già noleggiato un veicolo.

E le formule più gettonate dagli intervistati sono proprio quelle a medio termine (57% del campione) e a lungo termine (40% del campione).

Una notorietà che si spinge oggi oltre la conoscenza superficiale: 6 driver su 10 dichiarano di sapere quali servizi sono inclusi nella formula del noleggio a lungo termine e tra i più noti figurano la manutenzione e l’assicurazione (segnalate dal 94% dei rispondenti), l’assistenza stradale (88%) e il cambio degli pneumatici (79%).

Il dato più positivo per le società di noleggio arriva dalle risposte alla domanda: sarebbe disposto a noleggiare un’auto? Ben l’84% si dice pronto a valutare la formula abbandonando la vettura di proprietà. Il 27% degli intervistati spenderebbe per il noleggio dell’auto fino a 500 euro al mese e il 23% addirittura oltre 500 euro al mese.

Leggi anche https://www.intermediachannel.it/2020/09/08/le-auto-a-noleggio-vanno-sempre-piu-a-ruba-%e2%80%a8danni-per-il-settore-superiori-ai-12-mln-di-e/

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: Insurtech Zego si espande in Europa puntando sul mercato delle flotte auto

E’ un business che vale £ 20 miliardi La società avvierà l’attività nei Paesi Bassi e…
Leggi di più
EsteroNews

Francia: l’insurtech Luko acquisirà la e tedesca Coya

L’insurtech francese Luko – scrive Bestwire – ha acquisito l’assicuratore…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Le leggi antitrust ostacolano il boicottaggio del carbone da parte degli assicuratori

L’impegno vincolante ad abbandonare l’assicurazione del carbone per partecipare alla Net Zero…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.