Agricoltura
In EvidenzaNews

Ciba Brokers lancia in Italia la polizza parametrica in agricoltura

Approda nel nostro Paese un nuovo modo di assicurare le produzioni agricole dagli eventi climatici e fitosanitari che promette risposte rapide e certe agli agricoltori italiani

Le conseguenze del cambiamento climatico sono già evidenti nel nostro Paese e mettono soprattutto in difficoltà il settore agricolo. Il moltiplicarsi di eventi estremi sono già costati all’agricoltura oltre 14 miliardi di euro nell’ultimo decennio, tra perdite della produzione e danni a strutture e infrastrutture nelle campagne, secondo quanto sostiene Coldiretti. Gli effetti sono molteplici. Si va dalla scottatura della frutta e della verdura, all’impoverimento dei vigneti, alla caduta di olive e agrumi dagli alberi, al taglio del raccolto di pomodoro e del foraggio necessario per l’alimentazione del bestiame.

Davanti a una situazione così complicata qualcosa si muove sul fronte assicurativo.

Ciba Brokers, società di brokeraggio assicurativo del sistema Confcooperative, introduce infatti in Italia le polizze parametriche, strumenti che prevedono il diritto a ottenere un indennizzo al verificarsi di un evento, che è già stato stabilito in polizza al momento della sottoscrizione del contratto, a prescindere dal danno reale verificato.

In una nota il presidente di Ciba Brokers, Giampaolo Brogliato, sostiene che “gli eventi climatici e le nuove minacce fitosanitarie, in primis la cimice asiatica hanno reso evidente la necessità di un nuovo approccio alle assicurazioni in campo agricolo. Abbiamo così deciso di importare nel nostro Paese le cosiddette polizze parametriche, uno strumento molto diffuso in Francia che garantisce la qualità e la quantità dei prodotti ortofrutticoli. Si tratta di un prodotto che va anche nella direzione indicata recentemente dal ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli che ha addirittura ipotizzato l’introduzione di un obbligo assicurativo per i produttori”.

Le polizze parametriche garantiscono risposte rapide e certe agli agricoltori e risultano particolarmente funzionali per le realtà di “secondo livello” come consorzi, cooperative e cantine sociali che aggregano numerosi soci anche di piccole dimensioni.

Il meccanismo di questo strumento assicurativo prevede innanzitutto la definizione di un parametro di riferimento, che nel caso delle produzioni agricole può essere di natura atmosferica, e una percentuale di indennizzo collegata. Le nuove polizze, ad esempio, permettono di tutelarsi in caso di eccesso o scarsità di pioggia, eccessive calure estive o gelate tardive: al verificarsi del “parametro” di riferimento, l’assicurato saprà esattamente a quanto ammonterà il rimborso, certo di riceverlo in tempi brevi, non essendoci la necessità di ulteriori perizie ma solo la verifica dei dati raccolti, ad esempio, dalle stazioni meteo posizionate in campo. A questi strumenti si affianca anche la tutela per le mancate rese produttive, che può essere applicata anche in caso di problemi fitosanitari. In questo caso, viene calcolata la media di produzione del quinquennio precedente per un determinato territorio e l’indennizzo è direttamente proporzionale al valore assicurato e alla produzione mancante.

Leggi anche https://www.intermediachannel.it/2021/08/04/maltempo-danni-allagricoltura-per-1-miliardo-di-euro/

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

GB: necessario un diverso framework normativo per promuovere l’assicurazione commerciale

Le richieste della lobby assicurativa nell’ambito dell’inchiesta parlamentare in corso sulla…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

GB: i Lloyd’s stanno pensando di lasciare la loro iconica sede londinese

I Lloyd’s – riferisce City A.M.- stanno considerando di lasciare il loro iconico quartier…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Usa: Sixth Street in trattative con Principal Financial per rilevare il business di rendite a tasso fisso e l’unità di assicurazione sulla vita

La transazione permetterebbe alla compagnia di effettuare un buyback da $ 1,3-1,7 miliardi per…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.