EsteroIn EvidenzaNews

Thailandia : 16 compagnie a rischio di fallimento per le polizze covid-19

L’associazione degli assicuratori hanno chiesto al regolatore di revocare i contratti in cambio della restituzione dei premi

Sedici compagnie assicurative tailandesi, in forte perdita per le polizze di copertura su covid-19, stanno incrociando le dita affinché il regolatore permetta loro di revocare i contratti assicurativi. Lo scrive Nikkei Asian Review precisando che 10 di queste società sono quotate alla Borsa della Thailandia, e hanno riportato una perdita cumulata di 5,8 miliardi di baht (176 milioni di dollari) al terzo trimestre di quest’anno.

La Syn Mun Kong Insurance ha subito la più grande perdita netta (3,7 miliardi di baht) a causa di risarcimenti pagati per 6,8 miliardi di baht, in aumento del 339% rispetto all’anno precedente, in gran parte dovuti (6 miliardi di baht ) agli effetti della pandemia.

Un analista del Kasikorn Research Center ha detto che gli assicuratori tailandesi avevano iniziato a vendere nuove polizze covid l’anno scorso, quando l’infezione che aveva per lo più bypassato gran parte del sud-est asiatico, stava iniziando a colpire la Thailandia. Avevano venduto le polizze “senza sapere che la pandemia sarebbe potuta peggiorare quest’anno”, ha detto l’analista.

Le polizze covid-19 hanno messo il settore a rischio di collasso e anche se i 16 assicuratori hanno smesso di venderle, un gran numero di contratti sono ancora in essere e lo rimarranno fino a giugno.

Questa è la nostra principale preoccupazione”, ha detto Anon Vangvasu, presidente della Thai General Insurance Association, un raggruppamento di 54 assicuratori non vita della Thailandia. “Siamo preoccupati che le richieste di risarcimento per la pandemia possano aumentare se una nuova ondata della pandemia colpisse di nuovo la Thailandia l’anno prossimo”.

Di conseguenza, la TGIA ha proposto che l’Office of Insurance Commission, il regolatore assicurativo del paese, permetta ai 16 assicuratori di revocare le polizze covid-9 in sospeso se gli assicuratori rimborsano il 100% dei premi. L’OIC sta considerando la richiesta.

Alla fine di settembre, il numero di assicurati sulle conseguenze della pandemia era di 39,8 milioni (la Thailandia ha una popolazione di circa 69,8 milioni).

Secondo la Thai General Insurance Association, le 16 compagnie che hanno venduto polizze covid nel 2020 hanno ricevuto richieste di risarcimento per più di 37 miliardi di baht dal 1° gennaio al 15 novembre. E’ una somma che equivale al 26% del loro capitale ponderato per il rischio.

“Siamo preoccupati che il totale dei sinistri possa superare i 40 miliardi di baht per l’intero anno”, ha detto Anon, aggiungendo che la cifra ammonterebbe a circa il 30% del capitale totale basato sul rischio dei 16 assicuratori. “Questo – ha concluso – metterebbe in pericolo l’intero settore”.

Leggi anche https://www.intermediachannel.it/2020/05/11/oltre-120-mila-a-rischio-fallimento/

Articoli correlati
EsteroNews

Cina: Shanghai aspira a divenire un importante hub riassicurativo

Le aspirazioni di Shanghai di diventare un centro globale della riassicurazione saranno…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trend: embedded insurance rappresenterà il 30% del mercato assicurativo entro il 2028

Le conclusioni di un report di EY che indaga sulle tendenze delle classi più giovani di…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Trasporti marittimi: sinistri assicurativi in forte calo nel 2022

Perse nel mondo 38 grandi navi (-36% rispetto al 2021) Industria delle polizze preoccupata per la…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.