EsteroNews

USA: Allianz riassicura passività vita per $ 35 miliardi

Accordo raggiunto con la compagnia vita Resolution Life e le unità di Sixth Street

Logo Allianz blu su sfondo bianco

La filiale statunitense di Allianz ha raggiunto un accordo per riassicurare passività assicurative vita per 35 miliardi di dollari, in una delle più grandi transazioni di questo genere.

La controllata statunitense Allianz Life – scrive il Wall Street Journal – ha stretto l’accordo con la compagnia vita Resolution Life e le affiliate della società di investimento Sixth Street, tra cui Talcott Resolution Life Insurance.

Resolution Life, che opera alle Bermuda, nel Regno Unito e altrove, acquisisce e gestisce portafogli di polizze assicurative sulla vita. Sixth Street, con sede a San Francisco, l’ex braccio di credito della società di private equity TPG, gestisce asset per più di $ 55 miliardi.

Allianz è uno dei più grandi player di rendite fisse negli individui negli Stati Uniti, ma deve detenere grandi quantità di capitale a fronte di queste polizze. Con l’accordo appena raggiunto, il colosso assicurativo tedesco potrà mantenere la presa su quel grande portafoglio di polizze ma scaricherà parte del costo del capitale sui suoi partner. L’intesa sbloccherà 3,6 miliardi di euro di capitale e – è la stima di Allianz – aumenterà il ritorno sul capitale dell’entità statunitense dal 12 al 18 per cento. Migliorerà anche il coefficiente di solvibilità di Allianz. La mossa del gruppo di Monaco è coerente con quanto stanno facendo altri assicuratori tradizionali che escogitano le più diverse soluzioni per fronteggiare la pressione sulle riserve assicurative esercitata dal contesto di bassi tassi d’interesse. Alcuni assicuratori hanno ceduto attività e passività, mentre altri stanno realizzando accordi di riassicurazione. Liberare il capitale consente agli assicuratori di utilizzarlo per altre strategie come il riacquisto di azioni proprie o il perseguimento di opportunità di crescita più elevate.

L’amministratore delegato di Allianz Oliver Bäte ha dichiarato che l’assicuratore ha lavorato alla transazione per due anni, spinto dalla necessità di essere più efficiente nella parta del suo business ad alta intensità di capitale. Allianz – ha precisato – non ha voluto vendere l’attività negli Stati Uniti e la sua controllata continuerà a gestire le polizze e sarà responsabile del pagamento dei sinistri.

Leggi anche Allianz annuncia l’outlook strategico a tre anni e alza i target

Articoli correlati
EsteroNews

Argentina: torna il controllo dei prezzi sull’assicurazione sanitaria

Quest’anno, gli aumenti medi hanno raggiunto 165%, triplicando il 51% accumulato nell’indice…
Leggi di più
EsteroIn EvidenzaNews

Catastrofi naturali: primo trimestre 2024 benigno, dice Gallagher Re

Perdite assicurative stimate in $20 miliardi rispetto ai $33 miliardi dello scorso anno Il…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Trend: assicuratori ottimisti sull’impatto dell’intelligenza artificiale

Report di Capgemini segnala che in maggioranza i manager del settore ritengono  l’AI migliorativa…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.