News

Truffe assicurative: dipendente sottrae $154 milioni alla compagnia e li investe in bitcoins

I fondi valgono ora $180 milioni e verranno riconsegnati alla Sony Life Insurance

Era stato un investimento profittevole da cui aveva guadagnato in pochi mesi 26 milioni di dollari. Peccato che i $154 milioni serviti a Rei Ishii per acquistare 3.879 bitcoin non fossero suoi. Appartenevano – scrive International Business Times – alla società per la quale lavorava, la Sony Life Insurance Company Ltd di Tokyo. Ishii, alle dipendenze della filiale californiana della compagnia, li aveva deviati su un suo conto in una banca di La Jolla, in California, convertendoli successivamente in bitcoin.

La criptovaluta si è apprezzata nel tempo ed ora quel tesoretto vale $180 milioni. Sono stati tutti sequestrati dall’FBI al termine di indagini cui hanno collaborato Sony, Citibank e le forze dell’ordine giapponesi. Gli investigatori sono riusciti a ottenere la chiave privata, equivalente a una password, necessaria per accedere all’indirizzo bitcoin. “Tutti i bitcoin riconducibili al furto sono stati recuperati e completamente conservati. Ishii è stato accusato penalmente in Giappone”, ha detto il Dipartimento di Giustizia. Ora l’intera somma verrà restituita la compagnia che, presumibilmente, incasserà anche la imprevista plusvalenza.

Leggi anche Svizzera: Axa accetta bitcoin come strumento di pagamento

Articoli correlati
EsteroIn EvidenzaNews

Il terremoto al vertice di Credit Suisse coinvolge anche Helvetia

Il nuovo presidente Axel Lehman non sarà più presidente della compagnia svizzera L’effetto…
Leggi di più
EsteroNews

GB: migliaia di automobilisti privi di copertura rc auto per il fallimento di MCE Insurance

Sono a rischio ben 105 mila polizze assicurative Migliaia di automobilisti inglesi &#8211…
Leggi di più
In EvidenzaNews

Cyber, business interruption e disastri naturali sono i primi tre rischi globali secondo l’11° Allianz Barometer

In crescita i rischi legati al cambiamento climatico mentre scende la percezione di allarme causata…
Leggi di più
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sulle ultime novità, sugli eventi e sulle iniziative Intermedia Channel.